Vai a…
Header Social Food

il sito di Sicilia on YouTubeil sito di Sicilia on LinkedInRSS Feed

sabato 24 giugno 2017

About redazione ilsitodisicilia

Post di: redazione ilsitodisicilia

omicidio fragalà

Omicidio Fragalà: la Corte d’Assise dice “no” alla scarcerazione di due indagati

Omicidio Fragalà: la Corte d’assise di Palermo, che celebrerà il processo per l’omicidio del penalista ucciso a bastonate a febbraio del 2010, ha respinto la richiesta di scarcerazione presentata dai legali di due degli imputati: Paolo Cocco e Francesco Castronovo, ritenuti dalla Procura gli esecutori materiali del delitto. I difensori avevano puntato sulle dichiarazioni del

pif attacca crocetta

Disabili: arrivano i soldi, approvato il piano regionale “Dopo di noi”

Disabili: arrivano i soldi tanto promessi dal presidente della Regione Rosario Crocetta. Dopo le polemiche sull’assistenza ai disabili, con una clamorosa manifestazione alla Presidenza della Regione e un concitato faccia a faccia tra l’attore e regista Pif e il Governatore Rosario Crocetta, arrivano i primi risultati concreti. La giunta siciliana ha approvato il piano regionale

Emergenza sangue, dall’ospedale “Villa Sofia-Cervello” un appello alle donazioni

Arriva dall’ospedale Villa Sofia-Cervello di Palermo un appello a donare il sangue e fronteggiare così l’emergenza che in questi giorni sta vivendo tutta la Sicilia. Una situazione che preoccupa soprattutto in concomitanza con l’avvio della stagione estiva. Sabato 24 e domenica 25 giugno, l’Azienda ha attivato un servizio di raccolta straordinaria di sangue, attraverso il Centro

Movimento 5 Stelle e firme false, Giorgio Ciaccio: “Mi dimetto dall’Ars”

Movimento 5 Stelle e firme false, il deputato regionale Giorgio Ciaccio ha deciso di lasciare. “Stop. Il mio cammino all’interno delle istituzioni finisce qui. Continuerò a sposare, come prima e più di prima, la causa del Movimento 5 Stelle e della Sicilia, ma fuori dal Parlamento. Nei prossimi giorni formalizzerò le mie dimissioni dall’Assemblea regionale siciliana”.

La deputata grillina Claudia La Rocca

Movimento 5 Stelle e firme false, Claudia La Rocca: “Me lo aspettavo, non mi ricandiderò”

Movimento 5 Stelle, firme false. Parla Claudia La Rocca. “In parte me l’aspettavo e ho già detto che in caso di rinvio a giudizio non mi sarei candidata alle regionali. Non sarà facile affrontare il periodo del processo”. L’ha detto il deputato regionale del M5S Claudia La Rocca, che dopo essere stata indagata si era

Movimento 5 Stelle: firme false, il giudice rinvia a giudizio 14 persone, 3 deputati nazionali e 2 regionali

Movimento 5 Stelle: firme false a Palermo, a giudizio in 14. Il giudice per l’udienza preliminare di Palermo, Nicola Aiello, ha rinviato a giudizio tre deputati nazionali e due regionali ex M5S, dieci attivisti del movimento e un cancelliere del tribunale per la vicenda delle firme false apposte alla lista presentata nel 2012 dai grillini

Sportello innovazione per le imprese che vogliono crescere, lunedì 26 prima tappa in Confcommercio Palermo

“Sportello Innovazione: Sosteniamo il nostro Futuro”, è la prima tappa del “road show”,  organizzato e fortemente voluto dal Gruppo Giovani Imprenditori di Confcommercio e da Assintel, che si terrà lunedì 26 giugno, alle 9.30, nella Sala Conferenze di Confcommercio Palermo (via E. Amari, 11 – 9° piano edificio Camera di Commercio). L’iniziativa, che sarà presentata

D'Alia lancia pietro grasso alla presidenza della regione

Politica regionale, Piero Grasso candidato alla presidenza? Smentite voci su decisione

Sono ore d’attesa in Sicilia attorno al nome di Piero Grasso per un’eventuale sua candidatura alla Presidenza della Regione, dove si voterà il prossimo novembre. Se il pressing nei confronti di Grasso c’è stato, adesso è il momento della riflessione. Anche perché’, filtra, qualsiasi decisione Grasso la prenderà in autonomia, come ha sempre fatto, e

Giustizia: il Procuratore aggiunto di Palermo Agueci compie 70 anni e va in pensione

Leonardo Agueci, 70 anni, ex procuratore aggiunto di Palermo, lascia la magistratura e va in pensione. Oggi colleghi, il sindaco Leoluca Orlando, esponenti delle forze dell’ordine e personale amministrativo lo hanno salutato nel corso di una breve cerimonia che si è svolta nel nuovo palazzo di giustizia. Hanno ricordato le doti umane e professionali di Agueci

giuseppe graviano

Processo “Stato-mafia”, Nino Di Matteo: “Prove su genuinità le esternazioni di Giuseppe Graviano”

“Certo non potevo dirgli la verità!”. Lo ha detto il boss Giuseppe Graviano conversando con la moglie e il figlio durante un colloquio nel carcere di Ascoli Piceno il 23 aprile 2016 a proposito del “concepimento” del figlio (Michele) avvenuto quando lui era già detenuto. Lo ha riferito il sostituto della Procura nazionale antimafia, Nino

Post più vecchi››