Vai a…
Header Social Food

il sito di Sicilia on YouTubeil sito di Sicilia on LinkedInRSS Feed

sabato 24 giugno 2017

dalMediterraneo

Kosovo e Sicilia più vicini, a Palermo il ministro per l’Ambiente Feret Shala

Kosovo e Sicilia più vicine, a Palermo il ministro per l’Ambiente Feret Shala. Il vice presidente vicario dell’Ars Antonio Venturino ha ricevuto la visita ufficiale del ministro per l’Ambiente della Repubblica del Kosovo Feret Shala, presente a Palermo per diversi incontri istituzionali e per partecipare a Watec Italy 2017, la conferenza che pone l’attenzione sui

Unicef in aiuto dei bambini migranti con “Scriviamo insieme una storia bellissima”

Unicef con la missione “Scriviamo insieme una storia bellissima”, promossa nel nome dei bambini migranti in Italia, con il contributo speciale Procter & Gamble, ha avviato al processo di accoglienza ben 1.595 minori identificati e registrati a bordo delle navi di soccorso della Guardia Costiera in un solo anno, da maggio 2016 a maggio 2017.

Mattarella incontra i regnanti d’Olanda: “Grati a Paesi Bassi per solidarietà su migranti”

“Paesi Bassi e Italia sono legati dal comune destino europeo, sono convinti della verità storica del’integrazione e vedono nella Ue la garanzia di quello che si e’ realizzato in questi decenni: pace e benessere, prosperità e stabilita’ in Europa”. Lo ha detto il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ricevendo al Quirinale il re e la

Migranti, arrestato ad Agrigento “Rambo” trafficante di uomini e torturatore

La Polizia di Agrigento ha fermato John Ogais, nigeriano, 25 anni. L’uomo, che si trovava nel Cara “S.Anna” di Isola di Capo Rizzuto, è accusato di far parte di un’organizzazione criminale che gestiva la tratta di migranti tra la Libia e la Sicilia, di sequestro di persona, violenza sessuale, omicidio aggravato e favoreggiamento di immigrazione

Saif al Islam, figlio prediletto di Gheddafi, rilasciato in Libia dalla brigata Abu Bakr al-Sadiq

Saif al Islam, figlio prediletto del’ex-dittatore Gheddafi, è stato rilasciato la scorsa settimana nella regione di Zintan, in Tripolitania, dalla brigata Abu Bakr al-Sadiq, gruppo guerrigliero che controlla tutta la regione occidentale della Libia. Il giovane Gheddafi, dopo aver lasciato la città di Zintan, secondo fonti ufficiali, si è spostato a Beida, in Cirenaica. Arrestato

Sbarco di migranti a Palermo (foto Igor Petyx)

Migranti, arrivata al Porto di Palermo nave con 724 soccorsi nel Mediterraneo: c’è anche un cadavere

Sono arrivati questa mattina al porto di Palermo 724 migranti a Palermo, uomini, donne e bambini salvati nel mare Mediterraneo. Le operazioni di sbarco sono state compiute dalla nave Vos Prudence di Medici Senza Frontiere. Al Molo Quattro Venti scenderanno 596 uomini, 89 donne di cui 30 in gravidanza e 53 minori non accompagnati. Sono

Migranti, tratti in salvo 1.650 nel Mediterraneo: a Palermo c’è attesa per 726 persone ed un cadavere

Sono circa 1.650 i migranti tratti in salvo nella giornata di oggi nel Mediterraneo Centrale in 12 distinte operazioni di soccorso coordinate dalla Centrale Operativa della Guardia Costiera di Roma, del ministero delle Infrastrutture e Trasporti. I migranti si trovavano a bordo di 9 gommoni e 3 barchini. Alle operazioni di soccorso hanno preso parte

qatar

“Finanzia l’Isis”, i Paesi del Golfo rompono le relazioni con il Qatar

Mondo arabo in subbuglio, i Paesi del Golfo interrompono le relazioni diplomatiche con il Qatar e lo accusano di finanziare il terrorismo islamista. Arabia Saudita, Egitto, Emirati arabi e Bahrein, in una prima fase, Yemen e una parte della Libia dopo,  hanno rotto le relazioni diplomatiche con il Qatar, accusato di sostenere il “terrorismo”, appena

Migranti, per l’Unicef nel Mediterraneo sarebbero morti nei primi 5 mesi del 2017 oltre 200 bambini

Secondo le ultime stime dell’Unicef, quest’anno almeno 200 bambini sono morti lungo la pericolosa rotta del Mediterraneo Centrale dal Nord Africa all’Italia – una media di piu’ di un bambino al giorno. I dati aggiornati sul numero di bambini deceduti vengono lanciati in occasione dell’incontro dei leader dei paesi del G7 in Sicilia, luogo simbolo

Sicilia avamposto sempre più strategico per le operazioni degli Usa e della Nato nel Mediterraneo

Dopo sette anni di lavori ed una spesa complessiva di 7 miliardi di dollari per i quattro terminali terrestri, la Marina Militare degli Stati Uniti da novembre ha attivato la stazione Muos di Niscemi, ritenuta in una posizione chiave per le comunicazioni nel Mediterraneo e nel Medio Oriente. Le potenti antenne del Mobile User Objective System

Post più vecchi››