Presentato a Palermo il premio Edison Pulse per le start-up siciliane

0
42
Premio Edison Pulse
Edison Pulse - Foto Petyx

Presentato questa mattina a Palermo il premio Edison Pulse. Nella suggestiva cornice della Gam, all’interno dell’antico convento di Sant’Anna, startupper, investitori, esperti, analisti dell’ecosistema dell’innovazione e rappresentanti del mondo accademico sono stati i protagonisti della giornata organizzata da Edison.

Il contest si rivolge a startup, team informali composti da almeno tre persone e a imprese sociali con progetti negli ambiti Energia (per le soluzioni innovative nell’ambito di produzione, stoccaggio, energia rinnovabile ed efficienza energetica, oppure delle smart city), Smart Home (per i progetti di gestione intelligente dell’ambiente domestico – Internet of things), Consumer (per le soluzioni innovative di vendita, costumer care e coinvolgimento dei consumatori B2B e B2C, oppure per le soluzioni avanzate di e-commerce) e Ricostruzione Sisma (rivolta alle sole imprese sociali e destinata alle idee e ai progetti per il recupero e la gestione della ricostruzione delle aree del Centro Italia colpite dal terremoto dell’agosto 2016, nonché alla valorizzazione delle filiere produttive locali e alla promozione culturale e turistica).startupper, investitori, esperti, analisti de

In palio ci sono 200mila euro, un programma di supporto e di incubazione in un acceleratore di impresa per un mese e una campagna di comunicazione. Tra i premi anche la possibilità di stringere una partnership con Edison per lo sviluppo congiunto del prodotto o del servizio proposto. Le iscrizioni sono aperte fino al 28 aprile sulla piattaforma www.edisonpulse.it, dove è possibile presentare e raccontare con video, testi e foto il proprio progetto.

All’Edison Pulse Day le start-up siciliane delle categorie Energy, Consumer, Smart home e Ricostruzione post-terremoto hanno avuto l’occasione di mettersi a confronto con gli speaker dei talk. Hanno partecipato 4 società pronte a candidarsi per il Premio. “Supercritical Energy” nasce per offrire un servizio innovativo nel settore dello smaltimento di rifiuti tramite una tecnologia sicura, ambientalmente sostenibile e in grado di produrre metano dai rifiuti, da immettere in rete.

La tecnologia si basa su impianti di dimensioni medio-piccole da collocare in prossimità dei centri di produzione dei rifiuti, secondo un modello di gestione a “km0”. “Ricostruzione Trasparente” è una piattaforma che permette di monitorare il flusso di denaro impiegato nella ricostruzione post terremoto. “CrisisLAB” utilizza i social media e le nuove tecnologie per innovare la comunicazione del rischio e rendere le comunità più informate. “AP Wonders” è uno spin off dell’Università di Palermo che ha per oggetto la ricerca, lo sviluppo e la creazione di proprietà intellettuali nel settore dell’ingegneria industriale, della progettazione, della produzione e della commercializzazione di prodotti o servizi innovativi ad alto valore tecnologico.

La società è sorta dall’idea di dare una ricaduta aziendale e produttiva ad alcune invenzioni nate nel contesto della ricerca universitaria. Nei primi anni il core business della APWonders avrà come oggetto una turbina eolica di nuova concezione. La società punta a portare sul mercato anche un sistema antirollio per imbarcazioni, un sistema di assorbimento dell’energia di impatto per autoveicoli, un silenziatore per motori a combustione interna. (Fonte Italpress. Foto Igor Petyx)