Onorificenze di Mattarella a Maria Volpe, Giuseppe Antoci e Giuseppe La Rosa

0
186

Onorificenze del presidente della Repubblica Sergio Mattarella a Maria Volpe, Giuseppe Antoci e Giuseppe La Rosa. “Per la sensibilità e la professionalità con cui, in piena emergenza, accoglie e assiste i minori non accompagnati giunti nel nostro Paese”, con questa motivazione il Capo dello Stato ha conferito l’onorificenza di Ufficiale dell’Ordine al merito della Repubblica italiana all’agrigentina Maria Volpe, 56 anni, ispettore capo della Polizia, responsabile dell’ufficio minori.

Con lei, altri due i siciliani che hanno ricevuto onorificenze: Giuseppe Antoci, 48 anni, di Santo Stefano di Camastra, presidente del Parco dei Nebrodi, vittima di un attentato da parte della mafia dei pascoli, anche lui Ufficiale dell’Ordine al merito della Repubblica, e Giuseppe La Rosa, 28 anni di Ragusa, SottoCapo di III classe della Marina Militare Italiana, cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana; La Rosa è il “rescue swimmer” della Guardia Costiera che salva i migranti a nuoto ed è il primo a salire sui barconi.

Sono 40 in totale le onorificenze conferite dal capo dello Stato alle persone che si sono distinte per solidarietà, per atti di eroismo, integrazione, soccorso, nella promozione della legalità e della cultura. Le onorificenze verranno consegnate nei prossimi giorni nel corso di una cerimonia ufficiale.

Nel caso della Questura di Agrigento, l’ispettore capo Maria Volpe, dal 2004 ad oggi, si occupa dei minori immigrati, non accompagnati, il più delle volte protagonisti degli sbarchi lungo le coste di Lampedusa: dopo avere preso in consegna i tanti orfani del mare li affida ai servizi sociali. E poi li segue da lontano, come nel caso della piccola Favour, la bimba di nove mesi che aveva visto morire la mamma in mare. Durante questa attività, Maria Volpe, per tutti “mamma Maria” non si è sottratta nel dare affetto e amore ai piccoli sfortunati come fa ogni mamma con i suoi piccoli al punto da seguirli anche dopo che essi hanno raggiunto la maggiore età. (sofia dinolfo)