Ztl a Palermo, dal Tar no alla sospensione in attesa dell’udienza di merito

0
34

“No” alla sospensiva della Ztl a Palermo. Il Tar si è pronunciato oggi ed ha emesso la decisione che boccia  il nuovo ricorso presentato di recente da un gruppo di commercianti e cittadini contro la Zona a traffico limitato, entrata in vigore lo scorso 10 ottobre. Si tratta comunque di una scelta che potrebbe avere i giorni contati, dal momento che il prossimo 6 dicembre il Tribunale amministrativo dovrà decidere nel merito della vicenda.

Il nuovo ricorso è la prosecuzione di quello proposto da circa 300 cittadini, associazioni cittadine e due associazioni di categoria. Il ricorso era stato presentato per “motivi aggiunti”, da numerose associazioni di categoria e non più semplicemente da Confcommercio e Confartigianato, e da Cobas.

E’ il secondo ricorso che viene proposto contro un provvedimento antismog dell’amministrazione comunale. Il 6 aprile scorso, il Tar aveva accolto quello delle associazioni Bispensiero e Vivo civile e aveva sospeso il primo provvedimento di zona a traffico limitato. Poi a maggio il Cga aveva sbloccato con riserva la Ztl, chiedendo però al Comune di motivare più diffusamente il provvedimento.

Ma il “no” di oggi non preclude la possibilità di un pronunciamento, a brevissimo, di orientamento opposto. La prossima udienza, infatti,  si terrà il 6 dicembre, nel corso della quale il Tar dovrà decidere nel merito del provvedimento. Il Tar oggi ha respinto soltanto la richiesta di misura cautelare presidenziale provvisoria nelle more dell’udienza del 6 dicembre, presentata dall’avvocato Alessandro Dagnino, in rappresentanza dei commercianti.

Nel frattempo, le associazioni ambientaliste, come Legambiente e Fai, hanno presentato un contro ricorso rappresentare dall’avvocato Massimiliano Mangano, che oggi hanno avuto una prima vittoria. “Ritenuto che la questione potrà essere esaminata dal collegio della prossima camera di consiglio del 6 dicembre – si legge nel provvedimento – respinge questa richiesta cautelare”. Quindi, almeno fino al 6 dicembre, la Ztl resterà in vigore. In quell’occasione sarà presa la decisione definitiva del Tar e si entrerà nel merito della vicenda.