Confcommercio: aquile ai “maestri” commercianti storici del Palermitano

0
52

 

Confcommercio: aquile ai “maestri” commercianti storici del Palermitano. Cerimonia di premiazione dei “Maestri del Commercio” domenica mattina, nel Salone Terrasi della Camera di Commercio dove sono stati premiati i commercianti che da tanti anni esercitano a Palermo e provincia. Per i 25 anni di attività a quindici è andata l’Aquila d’Argento, undici con l’Aquila d’oro per i 40 anni e cinque con l’Aquila di diamante per il mezzo secolo di attività nel comparto mercantile e dei servizi.

da sinistra: Giuseppe Cassarà, Renato Borghi, Patrizia Di Dio, Gioacchino Vitale, Nicolò Di Dio
da sinistra: Giuseppe Cassarà, Renato Borghi, Patrizia Di Dio, Gioacchino Vitale, Nicolò Di Dio

Presenti il presidente provinciale di 50&Più Carmelo Camilleri, Renato Borghi, presidente nazionale 50&Più, Patrizia Di Dio, presidente Confcommercio Palermo, Renzo Di Cesare, segretario provinciale di 50&Più, Paolo Caracausi, presidente della Commissione  Attività produttive del Comune di Palermo, il vice prefetto Orietta Mongiovì, in rappresentanza del prefetto Antonella De Miro, l’assessore all’Ambiente Sergio Marino, in rappresentanza del sindaco Leoluca Orlando, il questore Guido Longo e i vertici di carabinieri e guardia di finanza.

“I Maestri del commercio hanno dato e continuano a dare un contributo alla grande tradizione del commercio nella nostra città sia in termini di valori che sotto il profilo della qualità – ha affermato patrizia Di Dio, presidente di Confcommercio Palermo -. Stiamo parlando di commercianti con grandi doti imprenditoriali, che hanno avuto lungimiranza, che hanno impegnato la loro vita nel lavoro quotidiano con spirito di sacrificio e responsabilità ed oltre ad essere un vanto per la nostra associazione di categoria, e non solo, sono un esempio per i giovani, ma anche punto di riferimento per i cittadini nei diversi quartieri della città”.

Premiati “Aquila d’Argento”:  Giuseppe Campagna, titolare dal 1982 di un’attività di vigilanza privata la “Mondialpol Security S.p.a.”, il gruppo Campagna con sede legale a Termini Imerese comprende ben 4 società ed opera nella Capitale e in diverse città della Sicilia; Mariolina Dabbene, le sorelle Dabbene, titolari della profumeria “Dabbene”, uno dei negozi più antichi del centro storico di Palermo; Girolamo e Salvatore Di Marco sono titolari dal 1965 di una delle più rinomate aziende storiche di Palermo nell’ambito delle calzature; Nicola Farruggio, impegnato nell’impresa di famiglia sin da giovanissimo ad oggi titolare del Massimo Plaza Hotel e Presidente della categoria degli albergatori; Luigi Genuardi, in attività dal 1975 nell’azienda di famiglia G.M.U. nel campo della gestione, il noleggio e la vendita di macchine mobili e sistemi per ufficio, ricopre diverse cariche tra cui vicepresidente Confcommercio Palermo e Sicilia, Membro di Giunta Camera di Commercio di Palermo e Vicepresidente Cofidi Fideo Sicilia; Adele Giampino, titolare di un’attività di autoricambi usati per auto, moto e mezzi di trasporto dal 1975; Valentino Giordano: agente di Commercio di prodotti chimici dal 1975; Giuseppe Lucchese : artigiano di opere di restauro dal 1959; Antonino Matranga, titolare dal 1984 dell’Ottica Matranga; Maria Carmela Morici, titolare dal 1980 della Gioielleria e Oreficeria “Restivo Preziosi” a Termini Imerese; Calogero Ognibene, agente di commercio dal 1968; Filippo Scalavino, titolare dal 1977 dell’attività “The Baker” impegnato nella produzione del pane; Calogero Scibetta, titolare di un negozio di abbigliamento dal 1985 a Termini Imerese;  Giovanni Venere, titolare dal 1981 di un piccolo supermercato rivolto alla vendita di prodotti di genere alimentare; Gioacchino Vitale, titolare d’impresa dal 1988 volta al commercio di articoli e addobbi floreali.

Premiati “Aquila d’Oro”: Luciana Dabbene, le sorelle Dabbene, titolari della profumeria “Dabbene”, uno dei negozi più antichi del centro storico di Palermo; Nicolò Di Dio, agente di commercio e fondatore della Cida Srl azienda meglio conosciuta per il marchio La Vie En Rose di cui è ancora oggi il presidente; Giuseppe Forestiere, titolare dell’impresa “Porta Reale” dal 1976 impegnato nella produzione del pane; Giorgio La Scala, operatore del mercato ortofrutticolo di Palermo nella qualità di grossista e commissionario dal 1975; Salvatore Liberti, titolare di impresa commerciale dal 1967 attività rivolta alla vendita di prodotti di genere alimentare e articoli per l’igiene e pulizia; Vincenzo Malatia: titolare di caffetteria e produttore di gelato artigianale dal 1972; Antonino Patania, titolare dal 1972 di un’impresa storica nell’ambito delle calzature che si trasferisce di generazione in generazione; Clelia Riccobono, albergatrice palermitana sin dal 1958, anno di gestione dell’albergo di famiglia del marito Farruggio “hotel Posta” e ancora oggi impegnata nell’attività; Rosa Maria Scibona, titolare dal 1974 della Gioielleria “Les Cadeaux”; Umberto Tranchina: titolare dal 1976 di un’attività commerciale a Ustica impegnata prevalentemente nell’ambito della ristorazione; Vittorio Tutone è titolare dal 1967 dell’officina d’auto “Tutone”. 

Premiati “Aquila di Diamante”: Ferdinando Napoli, titolare di un negozio storico nel quartiere di Ballarò sul commercio di olive; Rosa Pacino, titolare dal 1959 di un negozio di generi alimentari a Prizzi; Filippo Parisi, in attività dal 1966 come artigiano falegname e attualmente titolare di un mobilificio; Gioacchino Pirrone, titolare di un’agenzia di disbrigo pratiche burocratiche nell’ambito notarile dal 1965; Salvatore Filippo Sarcì, principale attività commerciante nel mercato ittico di Palermo ed impegnato in svariate attività come direttore di Federpesca, componente direttivo della Confcommercio e consigliere direttivo dell’associazione 50&Più di Confcommercio.