Armi e droga, arresti tra Palermo e la Germania: sequestrati beni per 4milioni

0
80
operazione contra fides

La Guardia di finanza di Palermo e la polizia tedesca hanno arrestato 20 persone fra l’Italia e la Germania e sequestrato beni per oltre 4 milioni di euro ad un’organizzazione transnazionale dedita al traffico di droga e di armi.

Nell’ambito di una vasta indagine di respiro europeo, coordinata nei rispettivi Paesi dalle autorità giudiziarie di Palermo e Costanza (Germania), i finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Palermo e la Polizia Criminale della regione tedesca del Baden-Württemberg, hanno posto in stato di fermo venti persone di nazionalità italiana e tedesca appartenenti ad un’associazione a delinquere transnazionale dedita al traffico di sostanze stupefacenti ed alla introduzione nello stato di armi clandestine.

L’operazione, denominata “Meltemi”, condotta dal Gico di Palermo e dalla Kriminalpolizeidirektion di Rottweil, ha consentito di disarticolare un’agguerrita organizzazione attiva nel traffico di droga di ogni genere e nella commissione di reati di natura violenta. Al vertice della banda, secondo gli investigatori, ci sarebbe l’imprenditore palermitano Placido Anello, di 52 anni, con interessi economici nel settore della ristorazione nella città di Villingen, in Germania.