Agguato al mercato del Capo, carabinieri e Orlando a passeggio tra le bancarelle

0
74

 A tre giorni dall’omicidio di Andrea Cusimano, pregiudicato ucciso nel mercato del Capo, il comandante provinciale dei carabinieri Antonio Di Stasio è tornato nel rione.

Una passeggiata tra le bancarelle dei commercianti negli stessi posti in cui è avvenuto il delitto. Insieme al comandante il sindaco di Palermo Leoluca Orlando, il comandante del Reparto operativo, tenente colonnello Mauro Carrozzo, e il comandante della compagnia di Piazza Verdi Guido Terenzi.

“Bisogna infondere ai cittadini un sentimento di serenità e credo che questo non si possa assicurare senza la presenza del sindaco che garantisce la vicinanza delle istituzioni- dice il colonnello Di Stasio – Noi, come forze dell’ordine, dobbiamo garantire la sicurezza e la sicurezza si garantisce stando vicino a tutti quelli che vivono in questa citta’. L’Arma dei Carabinieri ha una vocazione territoriale, siamo presenti anche nell’ultimo paesino e raccogliamo le istanze dei cittadini per dare una risposta sempre piu’ efficace”. I carabinieri sabato hanno arrestato il killer di Cusimano, Calogero Pietro Lo Presti di 23 anni. Lo hanno preso mentre tentava di fuggire a bordo di una Smart.

“Le indagini stanno andando avanti, la nostra spinta investigativa e’ indirizzata a costruire il quadro motivazionale di un gesto cosi’ cruento e assicurare alla giustizia anche il complice del killer”. Tra i commercianti stupore per l’insolita presenza tra le bancarelle del mercato di carabinieri e sindaco insieme.

“Ho visto tanta solidarietà e tanti sorrisi, ma soprattutto tanta speranza, queste sono le spinte psicologiche – ha aggiunto Di Stasio – per raggiungere un cambiamento che gia’ si vede, bisogna migliorare però”.