Mafia, Dia di Messina sequestra patrimonio ad un imprenditore per 1,5 milioni di euro

0
17
dia di caltanissetta

Beni per un milione e mezzo di euro sono stati sequestrati dalla Dia di Messina, con il supporto del Centro operativo di Catania, a un imprenditore attivo nelle forniture di inerti, e sospettato di contiguità con la criminalità organizzata della fascia tirrenica della provincia. Il provvedimento è stato disposto dalla Sezione Misure di prevenzione del Tribunale di Messina ed è stato eseguito in piena sinergia con la Direzione distrettuale antimafia guidata dal procuratore Maurizio De Lucia.

I beni sequestrati dalla Dia di Messina ammontano al valore di 1,5 milioni di euro e appartengono ad Antonino Smiriglia, imprenditore di Sant’Agata di Militello (Messina) considerato vicino alla famiglia famiglia mafiosa di Mistretta, sui Nebrodi. Lo scorso luglio il Centro operativo della Dia di Catania aveva messo i sigilli a quasi 4 milioni del patrimonio di Smiriglia, comprese sei aziende. Stamattina i sigilli sono scattati per una società di capitali e per il patrimonio disponibile per un equivalente di un milione e mezzo. Smiriglia lavora nel settore del calcestruzzo, costruzioni di edifici residenziali e appalti pubblici, uno di questi riguarda lavori sull’autostrada A20 Palermo-Messina