Cannella (FdI): “Con noi Musumeci ha un gruppo a prova di cambia casacca”

0
175
musumeci

Nello Musumeci potrà contare in Assemblea su un gruppo a prova di cambia casacca, “un pilastro per la sua azione di governo. Ad assicurarlo, nel corso di una intervista all’Adnkronos, è il coordinatore regionale per la Sicilia Occidentale di Fratelli d’Italia, Giampiero Cannella (nella foto insieme al neo governatore).

“Le nostre aspettative sono state pienamente rispettate, abbiamo superato la soglia del 5 per cento senza patemi d’animo e l’elettorato ha premiato la nostra coerenza e credibilità”.

Quattro complessivamente gli eletti: tre per FdI (Elvira Amata, Gaetano Galvagno e Antonio Catalfamo) e uno per la Lega-Noi con Salvini (Tony Rizzotto). “Gli elettori hanno premiato un programma credibile, un candidato autorevole e una coalizione coesa – spiega Cannella -, bocciando la protesta nichilista dei Cinque Stelle”.

E il centrosinistra? “Ha sbagliato tutto, ha sbagliato candidato e programma. Non aveva nessuna possibilità e, infatti, non è mai entrato in partita, penalizzato anche dall’esperienza del governo Crocetta, che ha trascinato nel baratro l’Isola, e a cui non ha voluto mai staccare la spina”.

Archiviata la campagna elettorale la maggioranza di centrodestra dovrà fare i conti con un insieme di forze eterogenee. E con la composizione della giunta. “Le differenze ci sono altrimenti saremmo stati un unico partito – spiega il leader di FdI in Sicilia -, ma nell’azione di governo ogni giorno si cerca la sintesi. Conosco Musumeci e sono convinto che non si lascerà imporre nessuna scelta, farà valere le sue prerogative e sceglierà la squadra migliore”.

Sul risultato deludente di Alternativa popolare, l’esponente di Fratelli d’Italia non ha dubbi: “La debacle di Alfano? Ha perso ogni credibilità politica. E’ stato dapprima il delfino designato di Berlsuconi, poi ha sostenuto il governo Letta e con Renzi ha fatto una scelta di campo precisa. E’ un’anomalia politica e per questo è stato punito dall’elettorato”.

Netta la critica di Giampiero Cannella nei confronti degli avversari grillini: “I Cinque stelle sono odiatori seriali che hanno introdotto in politica un linguaggio detestabile e violento. Il M5s è incapace sia di un’alternativa di governo credibile sia di un dibattito politico sereno. Durante tutti questi mesi di campagna elettorale non hanno mai spiegato cosa avrebbero fatto concentrando tutto sulla questione degli impresentabili” – dice il coordinatore di Fratelli d’Italia.

“Grillo sarà contento del risultato – aggiunge – perché la sconfitta in Sicilia consente al movimento di mantenere la fedina penale pulita perché i Cinque stelle diventano impresentabili solo dopo aver amministrato e governato con deputati e sindaci indagati”.