Totò Cuffaro torna ad indossare il camice in Burundi/le foto

0
78

Totò Cuffaro torna ad indossare il camice bianco in Burundi per una missione umanitaria. Dopo aver pagato il suo conto con la giustizia, l’ex governatore della Sicilia, è volato in Burundi per dare una mano, da medico – nonostante sia stato radiato dall’Ordine – alla missione che lui stesso aveva contribuito a realizzare. L’ospedale di Ruiji, costruito anche grazie alla Fondazione Istituto G. Giglio di Cefalù in collaborazione con il San Raffaele di Milano.

Parole che dicono tutto quelle di Totò Cuffaro: “L’emozione è quella del primo giorno, mi rimetto il camice da medico”. Per Totò Cuffaro comincia la seconda vita: dedicare il proprio tempo ai fratelli più bisognosi di quell’Africa più povera che una larga parte di mondo vuol dimenticare, dopo i quasi cinque anni in carcere per favoreggiamento aggravato a Cosa Nostra.

L’ex presidente siciliano ha aperto un account su Instagram per pubblicare il suo diario fotografico della nuova esperienza. “Ho già trovato Gesù nelle carceri ma adesso è venuto il momento di seguirlo dove Egli cammina… tra gli ultimi!”, scrive Totà Cuffaro sul social.

In un’altra foto Totò Cuffaro si trova in mezzo a un gruppo di ragazzi di Ruiji: “Con l’emozione del primo giorno mi rimetto il camice da medico, ma non farò soltanto questo, il mio visto di permanenza scadrà a fine luglio e quindi tornerò a casa per poi ripartire. Prima di allora, prenderò nota di tutto quanto possa occorrere per migliorare l’ospedale e le condizioni di vita della gente dei villaggi intorno”.