Sangue e morti sulle strade siciliane, accompagnava i suoi bambini a scuola Maria Stella Traina

0
157

Sangue e morti sulle strade siciliane. Nell’incidente avvenuto sulla strada statale 118, la “Corleonese Agrigentina”, in contrada Conturberna, stava accompagnando la figlia a scuola Maria Stella Traina, infermiera di 32 anni: era il giorno della gita. Poi verosimilmente sarebbe andata a lasciare il bimbo più piccolo all’istituto dell’infanzia e, infine, avrebbe raggiunto il posto lavoro.

Ma lungo la statale 118, in contrada Conturberna, la Fiat Punto, all’improvviso, dopo aver strisciato contro il guard-rail che s’è staccato soltanto nella parte superiore, è uscita fuoristrada ed è precipitata dal cavalcavia. Un volo di oltre 20 metri. La donna, di Santo Stefano Quisquina, in provincia di Agrigento, e il figlio Angelo di 4 anni sono morti sul colpo. Gravemente ferita l’altra figlia di 7 anni, ricoverata nell’ospedale dei Bambini a Palermo. Sul luogo dell’incidente è arrivato anche il sindaco di Santo Stefano Quisquina, Francesco Cacciatore.

La Procura della Repubblica di Sciacca, competente per territorio, ha aperto un fascicolo. Le cause dell’incidente non sono chiare. Forse l’auto procedeva a velocità sostenuta. Forse c’è stata una distrazione. O forse un malore improvviso della donna. Nessuna di queste ipotesi è stata, almeno per il momento, esclusa dai carabinieri. I militari dell’Arma che si sono occupati dei rilievi tecnici di rito e che, adesso, stanno riferendo al sostituto procuratore di turno. Nelle prossime ore il magistrato dovrebbe disporre l’autopsia sulla salma della donna.

A Catania uno scooter contro furgone, morto un cingalese di 24 anni

Un cingalese di 24 anni, Chintana Madabawitage, è morto all’alba di lunedì a Catania. Il giovane a bordo di uno scooter si è scontrato, per cause ancora da accertare, contro un furgone per il trasporto merci. L’incidente mortale è avvenuto all’incrocio tra via Lago di Nicito e via Ughetti a pochi passi dalla centrale piazza Santa Maria di Gesù. Sul posto sono intervenuti gli agenti della Polizia municipale di Catania che per tutta la mattina sono stati impegnati per i rilievi. Inutile è stato l’arrivo immediato di un’ambulanza che dal vicino ospedale Garibaldi Centro attivata per i primi soccorsi: il giovane cingalese a causa del violento impatto con l’automezzo è morto sul colpo.

Investito a Scicli muore dopo tre giorni in ospedale a Ragusa

E’ morto in mattinata in ospedale a Ragusa Aldo Agosta, di Scicli, che era rimasto vittima di un incidente stradale avvenuto giovedì scorso in piazza Carmine. L’uomo era a bordo di uno scooter quando è stato investito da un camion in manovra. Lo scooter viaggiava dietro il mezzo pesante.