A Capaci rubavano nel cantiere ferroviario: 4 in manette

0
30
i carabinieri con il ferro sequestrato

A Capaci rubavano nel cantiere ferroviario: 4 in manette. Sono stati i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Carini ad arrestare 4 persone mentre stavano rubando all’interno del cantiere dei lavori di ampliamento della linea ferroviaria Palermo – Aeroporto “Falcone e Borsellino” di Punta Raisi.

Le manette sono scattate per Gaspare Bondì, 57 anni di Palermo, del figlio Cristian di 24 anni, di Pietro Mangione, 47 anni di Capaci, e di Alessandro Spina, 24 anni, di Palermo.

La banda si era introdotta furtivamente nel cantiere della società S.I.S., incaricata della realizzazione dell’opera, equipaggiata di tutto punto con guanti, martelli, seghe e chiavi esagonali, prendendo di mira le numerosi componenti metalliche della linea ferroviaria. In particolare, i malviventi avevano iniziato a smontare i perni e le staffe d’acciaio che servono ad ancorare le rotaie al suolo, riuscendone ad accantonare almeno una trentina, per un peso complessivo pari a circa 60 kg, che sarebbero state destinate al mercato dei ricettatori di leghe metalliche.

I 4 malviventi sono stati sorpresi da una pattuglia del Pronto Intervento della Compagnia dei Carabinieri di Carini, giunta sul posto su segnalazione di alcuni addetti ai lavori. I militari sono riusciti anche recuperare l’intera refurtiva che sarà restituita al responsabile del cantiere. I quattro, in attesa di giudizio sono stati sottoposti agli arresti domiciliari, dovranno rispondere di tentato furto aggravato in concorso.