Commercio, import-export tra Palermo e Londra: incontro tra imprenditori

0
65
incontro a palermo per scambi commerciali con londra

“Palermo, Jewel of the Mediterranean: hot spot for business links and foreign investments” (“Palermo, gioiello del Mediterraneo: centro nevralgico per collegamenti commerciali e investimenti esteri”), è il titolo dell’incontro organizzato da Lexia Avvocati, studio legale specializzato in fisco, tributi e diritto commerciale, con sedi a Palermo, Roma, Milano, Londra e Skopje, con la London Southside Chamber of Commerce e la Confcommercio Palermo per una tavola rotonda con l’obiettivo di esplorare le opportunità di cooperazione commerciale tra imprenditori inglesi e siciliani.

Presenti, tra gli altri, l’avvocato Alessandro Dagnino, Managing Partner di Lexia Avvocati, e segretario regionale onorario per la Sicilia della British Chamber of Commerce for Italy, Andrea Vincenti, partner di Lexia Avvocati, Gerry MacDonough, executive director della London Southside Chamber of Commerce, e Patrizia Di Dio, presidente della Confcommercio Palermo.

La Camera di Commercio di Londra Sud (London Southside Chamber of Commerce) è una organizzazione che ha sede nei pressi di London Bridge e riunisce imprenditori e commercianti del area Sud di Londra come i quartieri di Southwark, Lambeth e Wandsworth. Aderiscono sia multinazionali che piccole imprese  del commercio. L’obiettivo dell’incontro è quello di incoraggiare gli inglesi associati di piccole imprese ad esplorare la possibilità di sviluppare i collegamenti di esportazione/ importazione attraverso anche le missioni commerciali come quelle già fatte in diverse città europee, ma anche in Cina, Vietnam, Hong Kong, Brasile, Messico, Cuba, Giordania e India. E Palermo costituisce una delle tappe importanti.

“La visita a Palermo – spiega Alessandro Dagnino – coinvolge una ventina di imprenditori inglesi che per quattro giorni potranno confrontarsi con i colleghi palermitani e scoprire anche le bellezze della città e della Sicilia. I partecipanti rappresentano la multietnicità di una città come Londra e siamo convinti che tante imprese del Regno Unito potrebbero essere interessate a sviluppare rapporti commerciali con la Sicilia. Vogliamo dare alle aziende associate un’idea di come la città e la sua economia operano e delle opportunità economiche disponibili”, conclude Dagnino. (Nella foto da sinistra: la presidente di Confcommercio Palermo, Patrizia Di Dio, l’avvocato Alessandro Dagnino, Gerry Mac Donough e Andrea Vincenti)