Decima edizione per “La via dei Tesori”, 90 siti da visitare a Palermo

0
80
la chiesa palermitana della Pinta

Decima edizione de “La via dei tesori”. Novanta tra palazzi aristocratici, ville, chiese, cripte, teatri, aperti a Palermo nei 5 weekend di ottobre con 1 euro di contributo. Oltre 120 passeggiate urbane e naturalistiche condotte da storici, botanici, giornalisti; 65 attività per bambini che quest’anno avranno 7 luoghi “a loro misura”, 10 grandi eventi che culmineranno, venerdì 28 ottobre alle 21,15 in un grande concerto al Teatro Massimo che vedrà insieme la voce di Antonella Ruggiero e il sound mediterraneo dei Radiodervish. E, per concludere, nell’ultimo fine settimana (28-29-30 ottobre), una grande Notte bianca nei luoghi dell’itinerario arabo-normanno dell’Unesco, grazie alla collaborazione con la Fondazione Unesco Sicilia.

Le Vie dei Tesori, che quest’anno si svolgerà da sabato 1 a domenica 30 ottobre, taglia il traguardo del decennale e festeggia in grande, dopo il successo dell’anno scorso che ha visto la partecipazione di oltre 152 mila visitatori e una ricaduta di ricchezza turistica sulla città  che ha sfiorato il milione e 400 mila euro nei 15 giorni della manifestazione. Oggi è uno dei principali Festival italiani, un appuntamento atteso da operatori turistici ed economici, e mette a rete una cinquantina di partner tra istituzioni e associazioni tra cui l’Unesco, la Regione siciliana, il Comune di Palermo, l’Università di Palermo, e una rete di imprese che quest’anno sostengono la manifestazione. Oltre ai novanta siti visitabili, in questa edizione sarà possibile entrare nelle chiese della Pinta (nella foto) e di Santa Caterina, negate al pubblico da tantissimo tempo.