Palermo, grande musica al Politeama Garibaldi con l’Orchestra sinfonica

0
112
laura giordano

Palermo, la grande musica ritorna al Teatro Politeama Garibaldi con l’inaugurazione della 58.ma stagione dell’Orchestra Sinfonica Siciliana che avverrà venerdì 4 novembre, preceduta da due anteprime. Tanti protagonisti sulla scena del Politeama Garibaldi e nelle altre sedi: Simone Bernardini, Katia e Marielle Labeque, Victoria Mullova, Jin Ju, Tatjana Vassiljeva,  Ara Malikian, Grzergorz Nowak, Gianna Fratta,  Louis Lortie, Michail Jurovski, Laura Giordano, Mladen Tarbuk, Viviane Hagner, Donato Renzetti, Olli Mustonen, Johannes Wildner, Evgeny Bushkov, Marie-Pierre Langlamet, Hans-Jörg Schellenberger, Michele Gamba, Albrecht Mayer, Duncan Ward, Gyorgy Rath, Domingo Garcia Hindoyan, Rossen Gergov, Alberto Bocini,  Jean-Jacques Kantorow.

Ventotto concerti, a dicembre la Settimana internazionale di musica sacra a Monreale, a maggio il Festival Schubert, i Giovedì di musica per i giovani, due anteprime, i grandi interpreti, il concerto di Natale e quello di Capodanno, l’attività dell’Orchestra Giovanile Siciliana, il Concorso giovani talenti, programmi dedicati per le scuole e le famiglie e le novità assolute di autori italiani e siciliani.  Sono i principali appuntamenti della 58esima stagione dell’Orchestra Sinfonica Siciliana.

La stagione avrà un’anteprima al Politeama Garibaldi il 21 ottobre, alle 20.30, un omaggio destinato agli abbonati della nuova stagione con il maestro Simone Bernardini, spalla dei primi violini dei Berliner Philharmoniker, che guiderà l’orchestra della Foss. Torinese,  Bernardini, è stato tra gli ultimi allievi di Isaac Stern. Ha debuttato a New York nel 1999 alla Carnegie Hall, nel 2001 al Lincoln Center e nel giugno 2002 ai concerti Bergemusic. In programma la Sinfonia n.7 di Gustav Mahler. L’orchestra si presenterà al suo pubblico con un concerto fuori abbonamento, il 29 ottobre: Soirées musicales e The young people person’s guide to the Orchestra di Benjamin Britten (direttore Riccardo Scilipoti, narratore Gigi Borruso).

“Una stagione – dice il sovrintendente della Foss, Giorgio Pace, con nomi di assoluto rilievo che permetteranno il rilancio dell’Orchestra. Una stagione che guarda anche ai giovani, con l’istituzione di un appuntamento ideato per loro al giovedì e con l’avvio dell’Orchestra giovanile siciliana. Faremo anche un’attività specifica per le scuole. Tutte attività che sono il valore aggiunto di una fondazione come la nostra”.

La nuova stagione. L’inaugurazione della stagione avverrà venerdì 4 novembre alle 20,30, con replica il sabato alle 17.30, con un concerto diretto da Michail Jurovski, soprano Irina Pappenbrok. In programma musiche di Richard Wagner (Idillio di Sigfrido e Preludio e Morte di Isotta da “Tristano e Isotta) e Prokof’ev (Sinfonia n.5 in si bemolle maggiore op. 100). Il primo “Giovedì Giovani” è il 3 novembre: una sorta di anteprima della prova aperta del concerto inaugurale della stagione. Il secondo appuntamento sarà il 10 novembre  con Domingo Garcia Hindoyan sul podio a dirigere l’Orchestra; in programma Haydn, Sinfonia n.104; Cajkowskij Sinfonia n. 6. Si tratta del programma del concerto che sarà tenuto il 10 e l’11 novembre.

Il 18 e il 19 novembre sono in scena due grandi protagoniste del pianoforte sulla scena mondiale: le sorelle Katia e Marielle Labeque che proporranno il Concerto in re minore per due pianoforti e orchestra di Francis Poulenc. L’Orchestra Sinfonica sarà diretta da Massimo Quarta; in programma anche la Sinfonia n.5 in do diesis minore di Gustav Mahler. Il 24 novembre, nel Giovedì per i Giovani Evgeny Bushkov dirigerà l’Orchestra con il seguente programma: Stravinskij, Apollon Musagète e Dvorak, Sinfonia n. 6. Bushkov sarà sul podio per il concerto del 25 e 26 novembre con il seguente programma: A. Clementi, Preludio per 12 strumenti; Stravinskij, Apollon Musagète; Dvorak, Sinfonia n. 6.

Il 2 e 3 dicembre Jean-Jacques Kantorow (padre) guiderà l’Orchestra, Solista Alexandre Kantorow (figlio) pianoforte. In Programma: Liszt, Concerto per pianoforte n. 1 e n.2; Jean Sibelius, Pèlleas et Mèlisande. Il 9 e 10 dicembre ancora una volta Simone Bernardini a dirigere l’Orchestra, violino Guy Brunstein. In programma il Concerto n.2 per violino e orchestra di Béla Bartók e la Sinfonia n.2 in re maggiore op. 73 di Johannes Brahms. Bernardini dirigerà il 7 e l’8 gennaio un concerto con la pianista Jin Ju. Nata a Shanghai da una famiglia di musicisti, Jin Ju è tra le pianiste più virtuose della Cina, riconosciuta dalla critica internazionale per la perfezione tecnica, la sensibilità focosa e l’incredibile trasparenza dei dettagli narrativi. In programma il Concerto n. 3 in do minore op. 37 per piano e orchestra di Ludwig Van Beethoven e la Sinfonia n.4 in mi minore op. 98 di Johannes Brahms.

Il 12 gennaio il programma del “Giovedì Giovani” vedrà sul podio il direttore Markus Bosch, alle percussioni il giovane Francesco Barone (Vincitore  Concorso “Crescendo”). In programma: Dorman, Frozen in time, per multipercussione e orchestra; Dmitrij Šostakovič, Sinfonia n. 15 in la magg. op. 141 che sarà altresì eseguito nel concerto in abbonamento del 13 e 14 gennaio. Il 19 per “Giovedì Giovani” e il 20 e 21 gennaio a dirigere l’Orchestra sarà Gyorgy Rath, al pianoforte: Michael Lifits. In programma: Saint-Saens, Concerto n. 2  in sol minore op.22 per piano e orchestra e Stravinskij,  La Sagra della Primavera.

Il 28 e 29 gennaio l’Orchestra diretta da Jacques Mercier proporrà il Concerto n.1 in si bemolle magg. op.23 per pianoforte e orchestra di Pëtr Il’ič Čajkovskij e Lemminkainen, suite op.22 di Jean Sibelius. Al pianoforte Orazio Sciortino. Il talentuoso giovane pianista e compositore, benché trentenne, vanta già una notevole attività di concertista con grandi orchestre. Ancora una grande protagonista al Politeama, il 3 e 4 febbraio, dove sarà di scena la violoncellista Tatjana Vassiljeva. La musicista russa ha cominciato a suonare lo strumento all’età di sei anni, dimostrando grande talento, sotto il severo magistero di Maria Zhuravleva, alla Central Music School. L’orchestra diretta da Bernardini proporrà il Concerto n.1 in mi bemolle maggiore op. 107 per violoncello e orchestra di Sostakovic,  la Sinfonia n.88 in sol maggiore di Franz Joseph Haydn. Si tratta di un concerto molto particolare, in quanto l’organico ufficiale in scena sarà integrato da musicisti amatori, scelti tra il pubblico. Agli abbonati che vorranno aderire a breve verrà comunicato l’avviso di partecipazione all’iniziativa. Il programma del “Giovedì Giovani”, il 2 febbraio comprenderà Sostakovic e la Sinfonia di Haydn.

Il 10 e l’11 febbraio la direttrice Gianna Fratta guiderà l’Orchestra nel programma che prevede Some other where di Togni, Sconcerto di Trovajoli (solista: il contrabbassista Alberto Bocini) e  la Sinfonia n. 1 “Titano” di Mahler. Il programma del “Giovedì Giovani” del 9 febbraio prevede Alberto Bocini Recital & Masterclass. Louis Lortie sul podio e al pianoforte il 17 e 18 febbraio con un programma tutto dedicato a Ludwig Van Beethoven: Concerto n.4 in sol magg. op.58 per pianoforte e orchestra e il Concerto n.5 in mi bem. magg. op. 73 per pianoforte e orchestra “Imperatore”.

La stagione prosegue il 24 e 25 febbraio con Johannes Wildner sul podio e in programma la Sinfonia n.86 in re maggiore di Haydn e Le creature di Prometeo op. 43, musica per il balletti, di Ludwig Van Beethoven, con proiezioni di Fabrizio Lupo. Lavinia Taormina, vincitrice del concorso “Crescendo 2016”, bandito dalla Foss, è la protagonista al piano del concerto  del 3 e 4 marzo, diretto da Evgeny Bushkov; in programma il Concerto n.1 in sol minore op.25 per piano e orchestra di Felix Mendelssohn e Petrouchka di Igor Stravinskij. Medesimo programma nel “Giovedì Giovani” del 2 marzo.

Il 10 e 11 marzo Duncan Ward dirige l’Orchestra con il seguente programma: Prélude à l’après-midi d’un faune di Debussy, Taras Bulba, rapsodia, di Leóš Janáček, e la Sinfonia n.2 in re maggiore op. 43 di Jean Sibelius. Il 17 e 18 marzo ritorna a dirigere Simone Bernardini con Marie-Pierre Langlamet all’arpa e il soprano palermitano Laura Giordano (nella foto). In programma il Concerto n.13 in do magg. KV per pianoforte e orchestra di Wolfgang Amadeus Mozart e la Sinfonia n.4 in sol maggiore di Gustav Mahler.

Una proposta che strizza l’occhio al pubblico più giovane è quella del 24 e 25 marzo, quando sul palcoscenico del Politeama, con l’Orchestra diretta da Roberto Polastri ci sarà il violinista Ara Malikian. Di nazionalità spagnola ma di origine libanese, il non ancora cinquantenne Malikian è l’idolo di milioni di fans che si sono avvicinati alla musica grazie alle sue personalissime reinterpretazioni dei classici, in compagnia di celebrate orchestre di tutto il mondo. In programma: Ouverture (solo orchestra), Bach (Concerto per violino e orchestra), Vivaldi (Estate da Le Quattro stagioni), Sarasate (Fantasia su Carmen), Malikian (Pisando flores), Radiohead (Paranoid Android), Malikian (El valse de kairo), De Lucia (Zyryab), Led Zeppelin (Kashmir). Malikian sarà anche il protagonista di “Giovedì Giovani” del 26 marzo. Il 31 marzo e l’1 aprile Rossen Gergov guiderà l’Orchestra sinfonica, al pianoforte Sinforosa Petralia. In programma  il Concerto n.1 per pianoforte e orchestra di Bela Bartok e la Sinfonia n.8 in sol maggiore op.88 di Dvorak.

Per “La settimana della Poesia” Mladen Tarbuk dirigerà l’Orchestra e il soprano Laura Giordano, il tenore Notthaporn Thammathi e la voce recitante Luigi Tabita il 7 e l’8 aprile; in programma musiche di Strauss: il Sestetto per archi, la scena VI e l’ultima  da “Capriccio”. La regia è di Anna Sica. Stesso programma nel “Giovedì Giovani” del 6 aprile.  Il 14 e 15 aprile il pianista e direttore Olli Mustonen proporrà Triptych, di sua composizione, il Concerto n.2 in si bemolle maggiore op. 15 per piano e orchestra di L.Van Beethoven e la Sinfonia n.4 in fa min. op.36 di Cajkovskij.

Ultimi appuntamenti prima del Festival Schubert, il 21 e 22 aprile con Bernardini a dirigere l’Orchestra, Viviane Hagner violino solista, e musiche di Dvorak (Concerto in la minore op.53 per violino e orchestra) e Bartok (Concerto per orchestra); il 28 e 29 aprile il direttore Grzergorz Nowak con Victoria Mullova al violino proporrà il Concerto per violino e orchestra di Sibelius e la Sinfonia n.9 di Bruckner. E’ lo stesso programma del “Giovedì Giovani” del 27 aprile.

Il Festival Schubert. Il programma prevede 8 eventi, di cui 4 concerti al Politeama e quattro concerti cameristici all’Auditorium SS.Salvatore. Comincia il 5 e il 6 maggio con Donato Renzetti a guidare l’Orchestra. In programma la Sinfonia n.5 in si bemolle maggiore D 485 e La morte e la fanciulla (trascr. di Mahler). Il 7 maggio all’auditorium SS.Salvatore è di scena la musica da camera. In programma Quintetto op.87 di Hummel e  il Quintetto in la maggiore “La Trota”D667 di Schubert Il 12 e 13 maggio al Politeama dirige l’Orchestra Gyorgy Pehlivanian; in programma l’ouverture di Fierrabras, i Lieder (tenore: Blagoj Nacoski) nelle trascrizioni di Liszt, Berlioz, Reger, Britten, Webern e la Sinfonia n.8 in si minore “Incompiuta”. Il  14 maggio all’Auditorium SS.Salvatore il tenore Blagoj Nacoski presenta Die Winterreise, lieder per canto e pianoforte. Il 19 e 20 maggio Bernardini torna sul podio, in programma Rosamunde scena n.2 e Entr’act, Konzerstuck in re maggiore D 345 per violino e orchestra, Polonaise in si maggiore D 580 per violino e orchestra (solista al violino Helena Graf) e la Sinfonia n.9 in do maggiore D 944 “La Grande”. Il 21 maggio è di scena il duo pianistico Biondi Brunialti che proporrà il Gran Duo, 6 Momenti musicali D 780 e Fantasia Ungherese. Il 26 e 27 maggio sul podio salirà Hans-Jörg Schellenberger con Floriana Franchina al pianoforte. In programma, la Sinfonia n.4 in do minore D 417 “La Tragica”, Adagio e rondò per pianoforte e orchestra e, di Luciano Berio Rendering (rielaborazione Sinfonia n.10 di Schubert). Il 28 maggio al SS.Salvatore è di scena il Trio di Parma che proporrà il Trio in si bemolle maggiore D 898 e il Trio in mi bemolle maggiore D 929.

La chiusura della stagione. Chiusura di stagione il 3 e 4 giugno con Michele Gamba che dirigerà l’Orchestra, oboe solista Albrecht Mayer. In programma musiche di Elgar (Cockaigne, ouverture), Hidas (Concerto per oboe e orchestra), Ravel (Le Tombeau de Couperin) e Debussy (La Mer).

L’Orchestra sinfonica siciliana sarà impegnata anche per la Settimana internazionale di musica sacra di Monreale,  giunta alla 56.ma edizione. La settimana è un elemento di attrazione che richiama turisti da tutto il mondo nella splendida cornice del duomo di Monreale. Il programma è in via di definizione.

Gli altri appuntamenti. Il Concerto di Natale è in programma il 18 dicembre,  data in cui sarà impegnato anche il Coro di voci bianche della Foss, con replica il 19 mattina per le scuole. Altri eventi natalizi vedranno impegnata l’Orchestra Sinfonica Siciliana che aprirà il 2017 con il consueto Concerto di Capodanno.

Questa stagione vedrà la nascita e l’attività di una nuova grande realtà che muove i primi passi: l’Orchestra Giovanile Siciliana, composta da ragazzi provenienti dai licei musicali e dai conservatori siciliani. Le selezioni si sono concluse quest’estate e sta per essere stilato un programma di concerti. L’esordio è previsto il 18 dicembre per il Concerto di Natale.

Giovedì Giovani. La Foss da quest’anno apre alle fasce più giovani del suo pubblico, non solo con un’accorta politica di prezzi scontati del 50% a tutti gli under 30 e agli studenti universitari per abbonamenti e biglietti ma anche con un giorno destinato a loro, il Giovedì, con eventi appositamente studiati per questo target di spettatori (11 prove aperte e 1 recital).

Gli abbonamenti e i biglietti. Sarà possibile rinnovare gli abbonamenti dal 27 settembre. Chi vorrà acquistare nuovi abbonamenti lo potrà fare a far data dall’11 ottobre. Tanto gli abbonamenti che i biglietti hanno gli stessi prezzi dell’anno scorso. A conti fatti, con l’abbonamento meno costoso, 70 euro (posto in anfiteatro laterale) il prezzo di un concerto sarà di appena 2 euro. Con l’abbonamento più costoso (320 euro, posto in platea) un concerto costerà allo spettatore appena 11,4 euro, poco più di una prima visione al cinema.

Info: 091.6072532/533 – biglietteria@orchestrasinfonicasiciliana.it