Palermo, molotov contro i due fidanzati: Polizia arresta anziano di 77 anni

0
29
molotov a ciaculli

Palermo: molotov contro i due fidanzati: Polizia arresta un anziano di 77 anni, Benedetto . L’uomo vive in zona ed è stato fermato nella notte, dagli agenti della Squadra Mobile di Palermo, diretta da Rodolfo Ruperti, per il duplice tentato omicidio di lunedì mattina, quando una coppia di giovani fidanzati, Umberto Vittorio Geraci, di 22 anni, e la fidanzata Jessica Ernesta Modica, di 23 anni,  è stata gravemente ferita dal lancio di molotov in un casolare di Ciaculli.

La svolta del caso nella notte: il fermo eseguito dalla Polizia è stato disposto dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Palermo nei confronti di Benedetto Fici, pregiudicato palermitano, di 77 anni. L’uomo, parente della proprietaria di un terreno vicino a quello che occupavano i due fidanzati, è “gravemente indiziato” per i reati di duplice tentato omicidio, lesioni aggravate e porto abusivo di armi da guerra, perpetrati ai danni di palermitana. E’ accaduto tutto lunedì scorso, quando i due giovani si trovavano all’interno di un manufatto che Geraci occupava con una tenda. All’improvviso sono state lanciate dentro il casolare bottiglie incendiarie, molotov, piene di benzina e pezzi di ferro, “considerate a tutti gli effetti armi da guerra, che riducevano in fin di vita il ragazzo e provocavano gravi ustioni alla fidanzata”, come spiegano gli inquirenti.

Umberto Geraci ha riportato ustioni sul 50 per cento del corpo e svariate lesioni, e si trova ricoverato in condizioni gravi, mentre la fidanzata Jessica Modica è fuori pericolo. Il giovane da circa sei mesi, per contrasti con i genitori, due impiegati, aveva preferito lasciare casa e diventare un senzatetto. Aveva poi trovato questo piccolo immobile, dove aveva allestito una tenda, vicino alla casa della ragazza che lo andava spesso a trovare e che quella mattina era con lui. E’ stato Umberto a proteggere con il suo corpo, nell’inferno di ferro e fiamme, Jessica che ha riportato ustioni sul 20 per cento del corpo. Adesso anche le condizioni di Umberto Geraci sono migliorate.