Aeroporto Trapani Birgi in crisi: gli operatori si organizzano per i transfer Punta Raisi

0
96
birgi

I turisti non arrivano più all’aeroporto di Birgi? E allora andremo a prenderli a Punta Raisi. E’ questa la soluzione trovata dall’associazione strutture turistiche trapanesi per tentare di ridurre il calo, anzi il crollo, di presenze dovuto alla decisione di Ryanair di azzerare i voli da e per l’aeroporto civile Vincenzo Florio, sino a quando non sarà rinnovato l’accordo di co-marketing.

“Le difficoltà dell’aeroporto di Birgi a decollare nella stagione 2018 sono ormai consolidate – spiega al Giornale di Sicilia Gaspare Giacalone, presidente dell’Associazione strutture turistiche di Marsala -. Non ci resta altro che andare a prendere i turisti che arrivano a Palermocon la Ryanair o altro vettore. Dobbiamo dare loro la possibilità di raggiungere le nostre strutture ricettive allo stesso prezzo di quando atterravano al Vincenzo Florio”.

L’associazione creerà un servizio di transfer che connetta i due aeroporti e questi con tutte le strutture turistiche del territorio. “Un servizio a costi accettabili. Lo stesso prezzo – spiega – che paga un passeggero in taxi proveniente da Trapani Birgi; un servizio completo che accompagna il cliente fino alla hall dell’albergo. Prenotabile in qualsiasi modo e pagabile on line”. A gestire il servizio sarà la marsalese Mothia Lines con le due agenzie di autonoleggio Valenti e Lo Stagnone.