Air Italy, Alisarda: “Perdite per 230 milioni e nessuna prospettiva”

0
9

OLBIA (ITALPRESS) – Una scelta inevitabile. Alisarda, azionista al 51%, spiega cosi' in una nota la decisione dell'assemblea odierna di mettere in liquidazione in bonis Air Italy, decisione legata "alle ripetute perdite e alle persistenti condizioni negative di mercato e di settore". "Dato il contesto difficile, la compagnia ha visto un progressivo peggioramento dei risultati, dopo la partnership e il rebranding di Meridiana in Air Italy – si legge nella nota -. Nel 2017 (ultimo anno di Meridiana Fly), le perdite si attestavano a circa 40 milioni di euro a fronte di un fatturato superiore ai 350 milioni, mentre nel 2018, primo anno della partnership, le perdite ammontavano a quasi 160 milioni, vale a dire il 57% del fatturato; nel 2019, nonostante l'aumento del fatturato, che e' atteso attorno ai 330 milioni di euro, le perdite previste dovrebbero toccare i 230 milioni di euro, cioe' il 70% del fatturato". A seguito della presentazione del budget per il 2020 da parte del management, gli azionisti hanno richiesto un'analisi approfondita da parte di esperti indipendenti, "che ha evidenziato la mancanza di concrete prospettive di qualsiasi miglioramento per il futuro", si legge ancora nella nota. Di conseguenza, "e' stato deciso da entrambi gli azionisti, a causa di una mancanza di alternative, di procedere con la liquidazione volontaria della compagnia, per proteggere al meglio gli stakeholder". (ITALPRESS). abr/com 11-Feb-20 18:52