“Alla scoperta dei qanat”, venerdì ultima data della stagione per scoprire l’acquedotto arabo

0
60

Ultima data della stagione per la visita “Alla scoperta dei qanat” organizzata dall’Associazione Culturale Palermo CulTour. I cunicoli arabi segnalati come siti di interesse dall’Unesco come testimonianze del periodo Arabo-Normanno a Palermo saranno infatti visitabili venerdì 10 luglio. Il tour dura circa 45 minuti guidati dallo staff speleologico del CAI. Tre turni di visita previsti alle 19, 20 e 21.

Il Qanat Gesuitico Alto si sviluppa nel sottosuolo del quartiere di Altarello e, in particolare, al di sotto di casa Micciulla, nella via nave e nei territori agricoli circostanti. Lungo tutto il cunicolo, alto generalmente 1,55 metri e largo 0,60-0,80 metri, si aprono sulla volta, a distanze variabili tra i 20 e i 50 metri, pozzi seriali che consentivano l’accesso al cunicolo per evacuare il materiale estratto e per ventilare l’ipogeo.

Il Qanat Gesuitico Alto ha un cunicolo con uno sviluppo percorribile di circa 1100 metri; è un sistema ancora attivo con portata variabile tra 10 litri al secondo in periodo estivo e di oltre 40 litri al secondo nel periodo invernale.

Il costo della visita è di 16 euro tutto incluso (assicurazioni, guida CAI, attrezzature, transfer dal meeting point, rinfresco). Per prenotazioni: 380.6523494 – palermocultour@gmail.com

I biglietti sono disponibili presso Un mare di Libri in via Francesco Crispi, 88 a Palermo, aperti tutti i pomeriggi dalle 15 alle 19.