Ancora un peschereccio nel mirino, la rabbia degli armatori siciliani

0
13
peschereccio

Ancora un episodio contro un peschereccio della marineria di Mazara del Vallo, il “Michele Giacalone” che si trovava nelle acque tra Cipro e la Siria e tra gli armatori monta la protesta. “I nostri pescatori non riescono più a lavorare – afferma il presidente del Distretto della pesca di Mazara del Vallo, , all’agenzia di stampa Dire -. Abbiamo interessato le massime istituzioni dello Stato per cercare di trovare una soluzione. I nostri natanti vanno in mare per la pesca del gambero rosso, attività svolta soltanto dalla marineria mazarese e che richiede fondali pari a 400-600 metri, con particolari caratteristiche. Un ‘unicum’ nel Mediterraneo e così – spiega ancora Carlino – sono costretti a spaziare in tratti di mare dove possono trovare questo tipo di prodotto molto ricercato nel mondo”.

Preoccupata anche Agripesca che chiede un pronunciamento di Bruxelles. “Il gravissimo attacco al peschereccio Aliseo avvenuto pochi giorni fa a nord della costa di Tripoli, in acque internazionali, anche se all’interno della Zona di protezione pesca libica è l’ennesimo, drammatico episodio che colpisce la nostra marineria di Mazara del Vallo. Un episodio che conferma e rafforza l’altissima pericolosità che si vive nello Stretto di Sicilia, acque oramai insostenibili per la nostra pesca”.  L’Ue, secondo la federazione delle imprese agricole e della Pesca, che hanno indirizzato la loro lettera al commissario europeo per la Pesca, Virginijus Sinkevicius, al ministero delle Politiche agricole e alla Regione, “deve garantire il lavoro dei nostri pescatori, i quali possano tornare in mare consapevoli e certi di un presente ed un futuro privo di insidie di tale portata. I colpi sparati da una motovedetta militare libica che hanno ferito il comandante Giuseppe Giacalone non solo sono inaccettabili, ma pongono ulteriormente il focus sulla impossibilità di una stasi che non si sa quali conseguenze drammatiche può ancora generare”. (Foto Ansa/Marina Militare)