Andrea Rispoli vuole A e disputare il prossimo campionato in rosanero

0
12
andrea rispoli

Andrea Rispoli vuole la serie A e spera di conquistarla e disputare ancora il prossimo campionato in rosanero. Rispoli in questi anni ha avuto tante offerte da altri club, ma alla fine è rimasto in Sicilia mettendo da parte la possibilità di tornare nella massima categoria con altre squadre. L’obiettivo è riprendersi la A con il Palermo.

“Del futuro parleremo a fine stagione, ma sarei felice di restare. Ho dimostrato sempre l’attaccamento a questi colori. Adesso sto bene e ho trovato la giusta continuità. Ora voglio essere più determinante e concreto – spiega l’esterno classe 1988 che in questi anni ha raccolto tanti applausi, ma anche qualche critica – . Fa parte del gioco e personalmente sono sempre stato abituato a mettermi in discussione. Io cerco sempre di aiutare la squadran – taglia corto Rispoli che ha in testa solo il traguardo da centrare -. Dobbiamo ragionare partita dopo partita. Adesso dobbiamo solo pensare al Cosenza”, dice il terzino di Cava dei Tirreni che in questo torneo non è ancora riuscito ad andare in gol, mentre nelle precedenti due stagioni (una in A e l’ultima in B) ne realizzò sei a campionato.

“E’ vero negli anni passati ho segnato diversi gol. In questa stagione non sono riuscito ancora a farne ma questo non è un aspetto al quale penso. Non sono importanti i gol che segno o quanti assist faccio. La cosa più importante per me è quella di raggiungere l’obiettivo di squadra – prosegue Rispoli -. Nella mia carriera ho giocato più da terzino che da esterno alto. Giocare nella difesa a quattro non è per me un problema”.

Detto che nel 4-2-4 che ogni tanto schiera Stellone si trova bene con Falletti (“l’intesa è buona”), Rispoli parla anche di tattica. “Abbiamo giocato con diversi sistemi di gioco. In ogni partita abbiamo dimostrato sempre un certo tipo di organizzazione, steccando al massimo un paio di partite. Il mister è molto bravo anche a tenere il gruppo unito”, dice l’esterno rosanero che poi ha parole di elogio da spendere anche per il neo-presidente.

“E’ stata molto importante anche la figura di Foschi nel periodo più complicato della stagione”. La gratitudine dei giocatori nei suoi confronti è dimostrata dall’abbraccio a bordo campo dopo i gol al Carpi. “Lui ci sta aiutando tanto ed è per noi una figura molto importante”, ribadisce Andrea Rispoli.