Aree interne risorsa per la Sicilia, a Troina incontro con Musumeci e Razza

0
16

“Aree interne: Risorsa per la Sicilia”, è il seminario organizzato, domenica sera, su iniziativa della deputata Elena Pagana, dall’intergruppo parlamentare Diventerabellissima-Attiva Sicilia, a Troina, nella sala dei 500 della Cittadella dell’Oasi. Al centro degli interventi le particolari condizioni di difficoltà che vivono oggi i territori delle aree interne in particolare dal punto di vista socio-economico.

Elena Pagana ha ribadito l’importanza della collaborazione con i sindaci, presenti da tutte le province della Sicilia, per lo sviluppo delle aree interne che rappresentano e custodiscono quanto di meglio c’è in Sicilia dal punto di vista delle tradizioni della biodiversità, della salute, non sono mancati i ringraziamenti e gli auguri al nuovo corso intrapreso dall’IRCCS Oasi di Troina che grazie alla convenzione con la Regione Siciliana ha messo un punto con il passato e oggi è in grado di valorizzare quanto di meglio c’è in questo Istituto.

Sono intervenuti Cataldo Salerno, presidente dell’Università Kore di Enna, Giuseppe Sigismondo Martorana, esperto di sviluppo locale, Marco Falcone, assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità, Ruggero Razza, assessore regionale alla Salute, con le conclusioni affidate al presidente della Regione Nello Musumeci.

Un focus dunque sulle aree interne, che arriva in un momento specifico, come ribadito dall’assessore alla salute Ruggero Razza, che guarda a tre grandi azioni di programmazione per un governo che ha innanzitutto nella linea del presidente della regione Nello Musumeci fatto della programmazione una scelta sulla quale costruire il proprio metodo di gestione amministrativa.

“Una scelta politica ben precisa – dice Ruggero Razza – che parte dal non abbandonare le svariate realtà che coesistono in questo territorio, arginando lo spopolamento e combattendo in maniera efficace la crisi socio-economica, evidenziando sempre realtà come l’Oasi che sono fulcro di competenza, di assistenza, di passione, di ricerca”.

“Un lavoro anzi una missione quella del fondatore padre Ferlauto – continua Razza – che ho visto concretizzarsi nell’impegno costante del direttore sanitario, del direttore scientifico del direttore generale Claudio Volante a cui auguro buon lavoro”.

Realtà territoriali che sono diventate punto riferimento per la salute mentale, come l’Irccs Oasi di Troina o come l’Università Koine di Enna. “Stiamo investendo importanti risorse – ha sottolineato il presidente della Regione, Nello Musumeci – Le aree interne sono uno dei nostri obiettivi su cui puntare già da oggi.  Abbiamo in programma un investimento di 500 milioni di euro che saranno utilizzati per superare carenze strutturali e organizzative del territorio, puntiamo alla valorizzazione delle eccellenze naturalistiche, artistiche, culturali e umane offerte da queste realtà territoriali, che non vogliamo assolutamente disperdere, che rappresentano il cuore pulsante della Sicila”.