Armao: “Lo Stato blocchi il prelievo forzoso a carico delle ex Province”

0
102
ars

Bloccare il prelievo forzoso a carico delle ex Province da parte dello Stato. Lo chiede il vicepresidente della Regione siciliana Gaetano Armao che sottolinea come ben 200 milioni l’anno siano sottratti da Roma alla Sicilia.

“Le strade sono in queste condizioni per questa sottrazione voluta dallo Stato. Per la prima volta abbiamo impugnato il bilancio dello Stato, ho chiesto al ministro Tria di non inserire in bilancio questo prelievo forzoso che distrugge le province portando il territorio in fortissimo disagio con oneri pesantissimi” – ha detto Armao, a margine del digital day organizzato dalla Regione siciliana a Villa Malfitano a Palermo.

“E’ evidente che, tra il miliardo e 350 milioni che paga la regione e i 200 milioni delle province, sono oltre 1,5 i miliardi sottratti ai siciliani con un peso che non ha giustificazione in nessun modus ne finanziario ne d’equilibrio sostanziale. La Sicilia paga un prezzo che non può pagare più, e laddove si insisterà porteremo avanti le reazioni istituzionali e giudiriche permesse dall’ordinamento”, ha aggiunto Armao.