Arrivata al porto di Palermo nave con 717 migranti e 12 salme

0
32

Ennesimo sbarco di migranti al porto di Palermo. E’ attraccato stamattina al molo “Quattro Venti” il pattugliatore d’altura Dattilo della Guardia Costiera con i 717 migranti che sono stati salvati nei giorni scorsi nel corso di varie operazioni di soccorso nel Canale di Sicilia.

A bordo ci sono anche 12 salme, i corpi di alcune delle vittime dell’ultimo naufragio avvenuto giovedì pomeriggio al largo delle coste libiche, quando la centrale operativa della Guardia Costiera ha ricevuto l’allarme. Ci sono anche quattro donne. Al porto anche il direttore dell’istituto di Medicina legale del policlinico di Palermo Paolo Procaccianti, che farà le ispezioni cadaveriche. Non si sa ancora se su alcuni corpi senza vita verrà eseguita l’autopsia.

 

Ci sono anche sette donne in stato di gravidanza tra i 717 profughi. Due di loro non sono in buone condizioni di salute e sono state portate in ambulanza in ospedale. A recuperare i cadaveri sono stati lo stesso pattugliatore Dattilo, la nave Corsi e due motovedette partite da Lampedusa. Sul molo la task force organizzata alla Prefettura di Palermo e l’organizzazione sanitaria messa a punto dall’Asp di Palerno con i tradizionali tre triage: uno per gli uomini e due per donne e minori.

 

I migranti dopo le procedure di rito saranno trasferiti nei centri di accoglienza della città e della provincia gestiti dalla Caritas Diocesana.