Asp in piazza, boom di esami nelle Madonie. Giovedì camper di nuovo a Palermo. VIDEO

0
20

Oltre 1660 prestazioni in 8 ore, tra visite ed esami: 185 ecografie alla tiroide, 118 visite dermatologiche, 72 oculistiche, 92 cardiologiche, e 60 mammografie. Sono solo alcuni dei numeri dell’Asp in piazza che ieri a Gangi ha concluso la settimana dedicata all’assistenza sanitaria nelle Madonie.

Centinaia i cittadini del comprensorio che hanno preso d’assalto il “villaggio della prevenzione” allestito tra piazza del Popolo e piazza Vittime della mafia, con 10 gazebo e 5 camper dell’Azienda sanitaria provinciale di Palermo. 

In poco più di otto ore sono state erogate oltre 1660 prestazioni, tutte gratuite e ad accesso diretto (senza prenotazioni): un vero e proprio “boom” ha fatto registrare lo screening del diabete, con ben 902 esami, ma molto successo ha riscosso anche il gazebo dedicato alle dipendenze patologiche. Persino i pazienti a quattro zampe hanno beneficiato del servizio: i veterinari dell’Asp hanno impiantato 21 microchip.

“La sanità non può e non deve conoscere periferie – ha sottolineato il direttore generale dell’Asp di Palermo, Antonio Candela – l’obiettivo di ‘Asp in piazza’ è di portare la prevenzione a due passi da casa, ma soprattutto di portare la prevenzione lì dove c’è più bisogno, cioè nei centri più lontani dal capoluogo o che pagano difficoltà nei collegamenti”.

Una iniziativa che, al di là della ricaduta in termini di sensibilizzazione e promozione della cultura della prevenzione, ha anche effetti concreti: “L’anno scorso – ha spiegato Candela – abbiamo diagnosticato in piazza 9 tumori alla mammella la cui diagnosi precoce ha determinato la possibilità di un più efficace intervento terapeutico con chiare ricadute positive sulla prognosi”.

Giovedì 14 maggio, intanto, l’Asp in piazza tornerà a Palermo: a piazza Verdi sarà allestito un grande villaggio della prevenzione con possibilità di esami, visite e screening gratuiti dalle 9 alle 17.