Assenteismo all’ospedale di Ribera, Gdf esegue sette ordini di firma

0
24
furbetti del cartellino a siracusa

La Guardia di Finanza di Sciacca, in provincia di Agrigento, ha eseguito 7 ordinanze di obbligo di firma e notificato 27 provvedimenti di conclusione indagini per assenteismo nell’ambito di un’inchiesta che vede coinvolti tra gli altri quattro consiglieri comunali di vari comuni dell’Agrigentino. I reati contestati sono la truffa ai danni di un ente pubblico, ed inoltre in alcuni casi, il peculato, l’interruzione di pubblico servizio nonché reati di false certificazioni.

Per 7 degli indagati, inoltre, il gip di Sciacca ha emesso altrettante ordinanze di custodia cautelare di obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. Le indagini, protrattesi per alcuni mesi, vedono coinvolti medici, infermieri ed ausiliari in servizio presso l’ospedale “F.lli Parlapiano” di Ribera e sono il frutto di una complessa attività investigativa coordinata dalla Procura di Sciacca. In particolare si è scoperto un vero e proprio “sistema”, in cui i dipendenti pubblici avevano assunto a stile di vita la falsificazione dell’attestazione circa la propria presenza sul posto di lavoro, a tutto beneficio di impegni personali e familiari svolti in modo indisturbato al di fuori del nosocomio riberese.

L’attività d’indagine, eseguita anche tramite il ricorso alla strumentazione tecnica, ha evidenziato una vasta ed eterogenea serie di illeciti, come la timbratura “cumulativa” dei cartellini di presenza atta a “coprire” l’abituale allontanamento di dipendenti e dirigenti medici per tornare o rimanere a casa propria o, ancora, dedicarsi ad altri impegni personali o familiari. Una dipendente sanitaria ad esempio faceva la spesa durante l’orario di ufficio e un’altra andava abitualmente dal parrucchiere. Illeciti avvenivano anche nell’effettuazione delle visite fiscali, con i medici responsabili di tale servizio che si limitavano a compilare il referto della visita richiesta dai datori di lavoro senza procedere all’effettuazione della visita.