Avola: i carabinieri arrestano due giovani accusati della rapina in tabaccheria

0
26

Avola: Angelo Parisi, di 21 anni, e Samyr Lamloumi, di 20, entrambi avolesi e con numerosi precedenti penali, sono stati arrestati dai carabinieri della compagnia di Noto perché ritenuti gli autori, insieme con un complice non ancora identificato, di una rapina compiuta la sera del 27 settembre scorso ai danni di una tabaccheria di Avola, in corso Vittorio Emanuele, che fruttò un bottino di circa 3.500 euro.

I due giovani sono accusati di rapina aggravata e di detenzione e porto abusivo di armi. In quella occasione due malviventi con il viso coperto da sciarpe e berretti di lana, dopo aver fatto irruzione nel negozio, verso le otto di sera, impugnando un revolver intimarono al titolare e ad un dipendente di consegnare l’incasso e portarono via anche alcuni pacchetti di sigarette e diversi Gratta e Vinci. I due banditi poi fuggirono a bordo di un’auto guidata da un complice che li attendeva fuori.

I militari sono risaliti ai due giovani grazie alle immagini di alcuni impianti di videosorveglianza della zona e alle testimonianze della vittima. I due erano comunque stati riconosciuti subito come autori della rapina. I carabinieri hanno anche trovato alcuni capi di vestiario che i malviventi avevano indossato durante la rapina. I militari hanno eseguito un’ordinanza emessa dal gip del Tribunale di Siracusa su richiesta del sostituto procuratore Marco Di Mauro. Gli arrestati, espletate le formalità di rito, sono stati condotti nelle rispettive abitazioni agli arresti domiciliari. Sono in corso ulteriori indagini per verificare il coinvolgimento dei due giovani avolesi in altri episodi di rapina.