Bagheria: dirigente oggetto di mobbing, Comune citato in giudizio

0
35

Il tribunale di Termini Imerese in composizione collegiale ha citato il Comune di Bagheria come responsabile civile nel processo contro l’ex sindaco 5 stelle di Bagheria Patrizio Cinque e gli ex assessori Fabio Atanasio e Luca Tripoli, imputati di abuso d’ufficio, stalking e lesioni personali.

La citazione era stata chiesta dalla parte civile Laura Picciurro, difesa dall’avvocato Giacomo Aiello, che ha chiesto un risarcimento di 500.000 euro per danni patrimoniali e non. Picciotto, ex dirigente comunale, sarebbe stata vittima di “reiterati comportamenti e provvedimenti posti in essere dagli imputati per finalità ritorsive e persecutorie preordinati al fine di umiliarla, vessarla, emarginarla e penalizzarla”.

Oggetto di 13 contestazioni, la donna ha denunciato di essere stata sottoposta a mobbing e ha denunciato gli imputati. Laura Picciurro fu anche sospesa dalle funzioni, un provvedimento ritenuto illegittimo già dal Tribunale del lavoro di Palermo, che condannò il Comune a reintegrarla e a pagarle i 93mila euro di stipendi non percepiti.

La prossima udienza è stata fissata al 26 giugno, data in cui il Comune dovrà comparire e costituirsi in giudizio e si aprirà il dibattimento. Nella vicenda è coinvolto anche l’ex segretario generale dell’ente, Eugenio Alessi, che ha scelto l’abbreviato. (ansa)