Bagheria: picchia la moglie davanti ai bambini, in manette giovane di 28 anni

0
47

Una nuova aggressione alla moglie davanti ai bambini. E’ stato arrestato, a Palermo, dalla Polizia un giovane di 28 anni palermitano, residente a Bagheria, per maltrattamenti, lesioni personali e minacce, con l’aggravante di aver commesso il fatto in presenza di minori.

Gli agenti del commissariato di Bagheria, intervenuti dopo la segnalazione di una lite tra coniugi, hanno raccolto lo sfogo di una donna che ha raccontato di come nel pomeriggio fosse scoppiata l’ennesima lite tra la propria figlia ed il genero e che il litigio, scaturito dalla gelosia dell’uomo, era avvenuto dinanzi ai figli minori della coppia.

La giovane di 26 anni ha riferito agli agenti che, poche ore prima, inerme di fronte all’ira del marito, si sarebbe chiusa in bagno, cercando di contattare la madre, ma il marito sarebbe riuscito ad aprire la porta e a strapparle il cellulare dalle mani. Tutto questo sarebbe avvenuto alla presenza dei figli minori, provocando una crisi di pianto al figlio più piccolo di nove anni, terrorizzato.

Mentre la donna cercava di tranquillizzare i bambini, a un tratto il marito l’avrebbe presa alle spalle e, spingendola, l’avrebbe fatta cadere violentemente per terra. L’avrebbe successivamente accompagnata al pronto soccorso di Bagheria, intimandole di non dire nulla. Ricevute le prime cure, il personale sanitario avrebbe consigliato alla donna di raggiungere un ospedale per sottoporsi ad ulteriori accertamenti diagnostici e specialistici.

Pertanto marito e moglie, prima di avviarsi verso Palermo, sarebbero momentaneamente rientrati a casa per prendere alcuni effetti personali e lasciare i figli minori ai nonni. Ma, all’arrivo dei genitori della donna, sarebbe nata un’ulteriore lite tra di loro, per cui era stato richiesto l’intervento della polizia.

I familiari della coppia hanno riferito ai poliziotti intervenuti che non era la prima volta che i due ragazzi litigavano e che per questo si erano già rivolti ai rispettivi legali da circa sei mesi per la separazione. Ma erano seguite violenze, vessazioni e minacce, molestie telefoniche e lesioni personali; pochi giorni fa l’uomo, sempre in preda ad un’accecante gelosia, l’avrebbe strattonata violentemente; in altre occasioni l’avrebbe afferrata per il collo scaraventandola a terra, quasi sempre in presenza dei figli. Gli agenti hanno proceduto all’arresto del violento. La donna è stata invece accompagnata dal 118 in ospedale per ulteriori accertamenti.