Bagheria: vandalizzata targa in ricordo di Pietro Busetta, fu vittima della mafia

0
23

Vandalizzata la targa in ricordo di Pietro Busetta, vittima innocente della mafia. Lo rende noto – via Facebook – il figlio Giovanni, imprenditore, che ha anche pubblicato le foto della targa in marmo divelta. Il fatto è avvenuto a Bagheria.

“Questo è quello che ho trovato stamattina. Certo per molti non è più “di moda” una tragedia di 35 anni fa, ma vi assicuro che a me ed a tanti altri brucia ancora come fosse ieri. Possiamo organizzare 1.000 manifestazioni e 10.000 marce, ma poco cambierà. E allora battiamoci – scrive Giovanni Busetta – ancora più forte per quel poco! Papà, la Bagheria per bene si è messa in moto per rimediare a questo scellerato oltraggio. E anche se i più non ne parleranno, noi saremo assieme a te ed a quell’albero. La memoria è futuro e speranza”.

Pietro Busetta è stato assassinato il 7 dicembre 1984 per una vendetta trasversale: i corleonesi di Totò Riina uccidevano a ritmi forsennati e Pietro Busetta aveva sposato una sorella di Tommaso Buscetta, l’uomo d’onore poi pentito e definito il “boss dei due mondi”. La targa era stata posta il 7 dicembre scorso nel giardino della villetta “Vittime della mafia” assieme ad un albero d’ulivo, su iniziativa del Leo Club.

“L’amministrazione comunale, il presidente del Consiglio comunale Michele Sciortino – si legge in una nota – in rappresentanza di tutto il Consiglio condannano il vile atto”. Anche il primo cittadino di Bagheria, Filippo Maria Tripoli, condanna l’atto vandalico: “Ci sono simboli che più di altri sono importanti, e questo è uno di quei simboli perché non ricorda solo una vittima innocente ma una comunità che si ribella a illegalità, mafia, malaffare”. Il comune di Bagheria – come riferisce l’assessore alla Legalità, Daniele Vella – si è attivato, sentiti anche i Lions e il Leo Club, per ricollocare la targa.(AGI)