Belpasso: al Lennon festival 26 artisti emergenti in gara, gran finale con Arisa

0
14

Tutto pronto per il Lennon Festival. Da giovedì 5, fino a sabato 7 settembre l’Anfiteatro Parco Urbano di Belpasso ospiterà la 16/ma edizione dello storico concorso nazionale per cantautori, interpreti e gruppi musicali emergenti. Il Lennon Festival – organizzato dall’associazione Lennon Club con il patrocinio del Comune di Belpasso – torna nella cittadina etnea dopo ben sette anni di assenza.

“Per noi non è un nuovo inizio ma una ripartenza – spiega il presidente dell’associazione Lennon Club, Carmelo Paladino – C’è tanto entusiasmo e un pizzico di adrenalina”. Domani e venerdì toccherà ai 23 semifinalisti della categoria inediti, che si contenderanno i dieci posti disponibili per la finalissima di sabato 7 settembre. Sul palco: Afa (Pa), Aftersat (Napoli), Armando Cacciato (En), Cyrano & Miqrà (Ct), Cut Lish (Ct), Cristoforo (Rg), Giuseppe D’Amico (En), Anita De Luca (Ct), Agnese Drago (Pa), I Figli dell’Officina (En), Fattori Recessivi (En), Inedia (Ct), Isteresi (En), Libero (Ag), Matla (Ct), Benedicta Nicotra (Ct), Noveis (Vercelli), Orofino (Ct), Marta Panagia (Rg), Salvo Sava (Ct), Spampinato & Aurora (Ct), The Gecko Dry (Ct) e The Summit (Ct).

Venerdì, invece, spazio anche ai tre finalisti della categoria cover: 30 Crushed Cherries, Grazia Torre e Tiziana Privitera. Ospite della serata di domani sarà il cantautore catanese Paolantonio, mentre venerdì toccherà ai NiggaRadio e alla cantautrice Roberta Finocchiaro. Sabato il gran finale con l’esibizione piano e voce di Arisa.

“Il Lennon da sempre occupa un posto speciale nell’albo dei festival nazionali che si distinguono per qualità musicale e per credibilità. E’ una rassegna straordinaria perché lontana da intenti di lucro e da false promesse. Un festival al quale, i gruppi, i cantautori e gli interpreti di tutta Italia, negli anni hanno voluto partecipare per il gusto di esserci. Perché qui conta solo la musica.  Da belpassese, da musicista, da sindaco – dice  Daniele Motta – sono orgoglioso che la nostra cittadina si abbini a una rassegna di qualità  conosciuta e apprezzata per la freschezza e la trasparenza che la contraddistingue,  e per la vulcanica energia che sprigiona. Il Lennon festival è  pronto a regalare emozioni musicali, in un misto di tradizione e innovazione e lo splendido anfiteatro è pronto a riabbracciarlo per premiare il lavoro e la passione di coloro che lo hanno immaginato,  creato, amato e reso grande”.

L’assessore allo Spettacolo Salvo Pappalardo sottolinea che: “Il Lennon festival ha conquistato negli anni una dimensione nazionale, grazie all’impegno degli organizzatori, alla qualità dei musicisti emergenti, alcuni dei quali hanno trovato la loro dimensione sui palcoscenici di tutta Italia, al prestigio degli “ospiti d’onore” che hanno impreziosito tutte le edizioni. Anche l’appuntamento del 2019 riserva una sorpresa che entusiasmerà il numeroso e caloroso pubblico. La formula è quella delle tre serate, per consentire agli artisti provenienti da tutte le regioni, dopo essere stati selezionati, di esibirsi nelle condizioni migliori ed essere giudicati con l’adeguata attenzione”.