Beneficenza: al teatro di Verdura “Benin City – Palermo: la sfida del coraggio”

Spettacolo di beneficenza organizzato dal consolato onorario della Repubblica di Capo Verde a Palermo. I fondi serviranno a finanziare la casa famiglia, ricevuta in comodato d'uso da privati, destinata ad ospitare le ragazze nigeriane che riescono a trovare la forza di ribellarsi, di denunciare e sfuggire all’orrore di questa forma di schiavitù e che grazie all’aiuto dell’associazione riescono a riscattarsi e reinserirsi nel tessuto sociale

0
19

Verrà messo in scena venerdì 21, alle 21, al Teatro di Verdura a Palermo “Benin City-Palermo: la sfida del coraggio”, spettacolo di beneficenza organizzato dal consolato onorario della Repubblica di Capo Verde a Palermo.

L’intero ricavato sarà devoluto all’associazione Donne di Benin City costituita nel 2015 a Palermo da donne nigeriane ex vittime di tratta e della prostituzione dopo l’ennesimo omicidio di una di loro. I fondi serviranno a finanziare la casa famiglia, ricevuta in comodato d’uso da privati, a San Giuseppe Jato, che è stata nominata dalle stesse ragazze Iyobosa, che in uno dei dialetti della lingua nigeriana significa “con l’aiuto di Dio”, destinata ad ospitare le ragazze nigeriane che riescono a trovare la forza di ribellarsi, di denunciare e sfuggire all’orrore di questa forma di schiavitù e che grazie all’aiuto dell’associazione riescono a riscattarsi e reinserirsi nel tessuto sociale.

Il progetto, attraverso il potere evocativo del teatro-danza, mette in scena il dramma delle donne costrette alla prostituzione: Osas recita “La Sfida” di Antonella Vinciguerra: sfida di lasciare casa e affetti dietro la promessa, forse l’illusione, di un futuro migliore, Oikoscoreia danza “Il coraggio” della coreografa e maestra palermitana Manuela Tarantino: il teatro nella drammatizzazione del testo e della danza contemporanea ci restituisce le donne vittime del traffiking, plagiate dai riti voodoo, ridotte in schiavitù e avviate alla prostituzione. Chiude la manifestazione il pluripremiato cortometraggio “Parru pi tia” del giovane regista palermitano Giuseppe Carleo, vincitore di numerosi premi nazionali e internazionali, che ci racconta di un filtro d’amore, una magaria e che ci congeda con un sorriso.

Accompagnano gli spettatori per i corridoi del teatro le fotografie di Pino Dicevi “Guerre e conflitti nel mondo e migrazioni”. Tutti gli artisti prestano la loro opera a titolo gratuito.  Ingresso con biglietto con offerta libera. È possibile ritirare i biglietti negli uffici del consolato onorario di Capo Verde in via Selinunte n. 1 tutti i pomeriggi dalle 16 alle 20 (telefono 0916112144), oppure alla libreria Modusvivendi in via Quintino Sella n. 79, Arci Porco Rosso in piazza Casa Professa, la palestra Body Club di via Dante n. 58/b; è anche possibile acquistare l’invito elettronico su https://lasfidadelcoraggio.splashthat.com o effettuare un versamento Paypal al seguente link https://paypal.me/pools/c/8eqdHE8vvO.

L’evento è promosso con il patrocinio del Comune di Palermo, della Croce Rossa Italiana, dei Consolati Onorari di Brasile, Burkina Faso, Cile, Costa d’Avorio, Ghana, Marocco, Olanda, Repubblica Ceca, Ungheria, numerose associazioni benefiche tra cui Fidapa sezione di Canicattì, Cesvop, Rotary Club Palermo Mondello, Avvocato di strada, Cesie, Send, Centro studi Pio La Torre, Casa Mediterranea delle Donne, Anda, Rete italiana raccolta farmaci e strumenti medici per i paesi africani, e alcuni privati tra cui Chopin Service, Body Club e My English School. Hanno assicurato la loro presenza il Sindaco di Palermo Leoluca Orlando, l’arcivescovo di Palermo Corrado Lorefice, l’assessore alla Cultura del Comune di Palermo Adam Darawsha, il presidente della commissione contro la tratta di esseri umani e violenza sulle donne Dasililla Oliveira Pecorella.