Berlusconi stoppa Miccichè: “No a Musumeci, il candidato deve essere forzista”

0
37
Silvio Berlusconi con Gianfranco Miccichè

Berlusconi non “vede” la candidatura di Nello Musumeci. Mentre l’incontro ad Arcore tra il commissario regionale di Forza Italia, Gianfranco Miccichè e l’ex Cavaliere era ancora in corso, trapelavano le prime indiscrezioni.

Le notizie erano abbastanza contraddittorie. Se da una parte, infatti, emergeva la volontà di Berlusconi di salvaguardare l’accordo con Giorgia Meloni e Matteo Salvini, dall’altra si allargava la crepa nella coalizione di centrodestra sulla scelta del candidato per Palazzo d’Orleans.

È stato lo stesso Gianfranco Miccchè a spiegare, ad incontro ancora in corso, l’evoluzione del confronto con Berlusconi. “Visto che abbiamo deciso di stare insieme (con Meloni e Salvini ndr), si concorderà dopo il candidato. Non essendoci più Alfano, il centrodestra deve restare unito” – ha detto Miccichè all’agenzia di stampa Italpress.

Poi, alla domanda se quindi si fosse chiuso l’accordo per la candidatura di Nello Musumeci per la presidenza della Regione Siciliana, Miccichè ha risposto: “No, non credo”.

Forza Italia, quindi, sceglie il muro contro muro con gli alleati naturali in Sicilia. Torna in pista, per gli azzurri, il nome di Gaetano Armao, più defilata la possibile candidatura di Stefania Prestigiacomo, che però ha più volte detto apertamente di non essere appassionata alla corsa per Palazzo d’Orleans. Ai box berlusconiani scalpita anche il deputato nazionale ex-An, Basilio Catanoso.