Blutec, Termini Imerese: arrestati il presidente e l’amministratore delegato

0
139
blutec di termini imerese

Il presidente Roberto Ginatta e l’amministratore delegato Cosimo Di Cursi, della Blutec Spa, la società che si è insediata nell’ex stabilimento Fiat, sono stati arrestati dalla Guardia di Finanza di Termini Imerese con l’accusa di malversazione a danno dello Stato. Il blitz è scattato nell’ambito di un’attività investigativa coordinata dalla procura della Repubblica di Termini Imerese.

I finanzieri del Nucleo di Polizia economico-finanziaria di Palermo hanno eseguito l’ordinanza emessa dal gip termitano per il reato di malversazione a danno dello Stato. Nei confronti dei due indagati è in fase di esecuzione anche una misura interdittiva con il divieto di esercitare imprese e uffici direttivi per 12 mesi.

Contestualmente, è stato emesso un decreto di sequestro preventivo dell’intero complesso aziendale e delle relative quote sociali della Blutec, nonché delle disponibilità finanziarie, immobiliari e mobiliari riconducibili agli indagati fino a concorrenza dell’importo di 16.516.342,28 euro. Al centro del caso Blutec è emerso nei mesi scorsi anche la restituzione di 20 milioni a Invitalia.

Ulteriori dettagli saranno forniti durante una conferenza stampa in mattinata.