“Borderless – Sguardi senza confini” dal 13 luglio a Palazzo Steri di Palermo

0
103

Ogni scatto è medium di vissuti multietnici colti nella loro naturalezza e incisività per strada, nei mercati, nei luoghi di lavoro, tra i banchi di scuola attraverso espressioni, sguardi, gesti e situazioni offrendo la possibilità di sensibilizzare le coscienze alla convivenza interetnica e interculturale fondata sulla valorizzazione delle differenze.

“Borderless – Sguardi senza confini” è il titolo della mostra che verrà inaugurata sabato 13, alle ore 17.30, alla presenza del Rettore dell’Università degli Studi di Palermo Fabrizio Micari e del direttore del Sistema Museale di Ateneo Paolo Inglese, nella  Sala delle Verifiche del Complesso Monumentale dello Steri (piazza Marina 61 – Palermo). Si tratta di una collettiva di fotografia, pittura e scultura sul tema dell’integrazione dello straniero, curata da Graziella Bellone e organizzata in collaborazione con Flavia Alaimo.

La stessa mostra, con una selezione più contenuta di opere, è già stata presentata con successo nella Galleria Civica d’Arte di Palazzo Moncada, a Caltanissetta, e successivamente alla GAM, Ex Convento di Santa Chiara di Catania.

La mostra palermitana si articola in una sezione di 42 foto dal formato di cm 100×65, sia in bianco e nero che a colori, scattate in Italia e all’estero, dei 6 fotografi Patrizia Bluette, Gabriele Caruso, Zino Citelli, Giuseppe Costanzo, Massimiliano Ferro e Anna Mogavero, arricchita in questa occasione da una sezione di pittura e scultura che comprende 13 opere degli artisti Adriano Maraldi e Massimo Sansavini.

Ognuno degli autori coinvolti contribuisce, con la propria sensibilità ed abilità evocativa, a fare di questa rassegna terreno fertile non solo per una riflessione più consapevole sull’arricchimento della convivenza interetnica e interculturale, ma anche per una reazione critica e partecipata nei confronti di quelle condizioni umane che coinvolgono sia responsabilità istituzionali che individuali.

Scopo di questo progetto  è cambiare la nostra percezione del “confine” e dei luoghi di appartenenza, scoprirci e riscoprirci umani, interessati all’altro da noi per imparare a comprendersi e convivere in un mondo sempre più globalizzato e interconnesso.

Guardare la realtà con occhi diversi è quindi l’invito che Borderless – Sguardi senza confini vuole porgere all’osservatore, coinvolgendolo empaticamente a superare la distanza tra identità contrapposte  in nome dei principi di uguaglianza e democrazia. Ingresso gratuito.

“Borderless – Sguardi senza confini” a Palazzo Steri da sabato 13 luglio a venerdì 13 settembre. Orari: dal lunedì al venerdì  10–13 e 15 – 18. Partner: Unipopo – Università popolare di Palermo; Graal Wine Bar; Gaia concept store, Barrel 44 e ilsitodisicilia.it