Calcio: a Sassuolo via Bucchi, arriva in panchina l’ex rosanero Beppe Iachini

0
92
Beppe Iachini è il nuovo allenatore del Sassuolo. A poche ore dall'annuncio dell'esonero di Cristian Bucchi, la società neroverde ha ufficializzato l'ingaggio dell'ex tecnico di Palermo e Udinese che nel pomeriggio dirigerà l'allenamento allo stadio Ricci di Sassuolo a porte chiuse. La presentazione alla stampa e ai media avverrà martedì alle ore 12 nella sala stampa dello Stadio Ricci

Beppe Iachini è il nuovo allenatore del Sassuolo. A poche ore dall’annuncio dell’esonero di Cristian Bucchi, la società neroverde ha ufficializzato l’ingaggio dell’ex tecnico di Palermo e Udinese che nel pomeriggio dirigerà l’allenamento allo stadio Ricci di Sassuolo a porte chiuse. La presentazione alla stampa e ai media avverrà domani, martedì alle ore 12 presso la sala stampa dello Stadio Ricci.

Nato ad Ascoli Piceno il 7 maggio 1964, appesi gli scarpini al chiodo dopo una bella carriera da grande lottatore di centrocampo (Ascoli, Verona, Fiorentina, Palermo, Ravenna, Venezia e Alessandria le sue squadre), Beppe Iachini intraprende la sua nuova avventura come vice di Novellino al Piacenza nel 2001, poi, nello stesso anno, va a Venezia con la qualifica ufficiale di team manager essendo ancor privo del necessario patentino.

Poi Cesena (play-off promozione in C1), Vicenza (salvezza in B) e tre stagioni al Piacenza prima della chiamata del Chievo nel 2007 con cui centra la promozione in A. Nel novembre 2008 arriva pero’ l’esonero e Iachini ripartirà quasi un anno dopo da Brescia dove subentra a campionato in corso e conquista, via play-off, la serie A.

Nel massimo campionato viene esonerato e poi richiamato, senza però riuscire a ottenere la salvezza. A novembre 2011 arriva la chiamata della Samp in B e, come col Brescia, Iachini ottiene la promozione attraverso i play-off senza però essere confermato. Riparte nel dicembre 2012 da Siena, sfiorando la salvezza, quindi l’approdo a Palermo nel settembre 2013: subito promozione in serie A e, nella stagione successiva, undicesimo posto finale. La terza stagione in rosanero si interrompe dopo 12 giornate (verrà richiamato ma lascerà dopo meno di un mese per divergenze con Zamparini), quindi nell’estate 2016 l’avventura all’Udinese che dura però solo fino a ottobre.