Calcio Palermo, la Finanza ancora una volta nella sede rosanero: sta acquisendo altra documentazione

0
36

La Guardia di Finanza è tornata nella sede del Palermo Calcio nell’ambito dell’ indagine in cui si ipotizzano i reati di falso in bilancio, appropriazione indebita, riciclaggio e autoriciclaggio. Gli investigatori, a quanto si apprende, starebbero acquisendo documentazione. Il 7 luglio scorso le Fiamme Gialle avevano eseguito una serie di perquisizioni nella sede della società sportiva. In quell’occasione i controlli avevano riguardato anche gli uffici del gruppo Zamparini e l’abitazione del presidente Maurizio Zamparini.

Intanto mercoledì la squadra è stata contestata al “Tenente Onorato”. Una giornata di tensione all’arrivo dei giocatori rosanero al campo dell’impianto militare per svolgere il primo allenamento post ritiro, incappando in un accesa contestazione condotta da circa 300 tifosi. Il presidente Zamparini attraverso una nota della società si è detto disgustato per l’atteggiamento di questi pseudo tifosi e ha pure rivolto un appello al sindaco Orlando per riportare la tranquillità e la serenità nell’impianto di Boccadifalco minacciando, altrimenti di ritirare la squadra dal campionato.