Calcio Palermo, parla il patron Zamparini: “Contento per la squadra, spero di mollare entro quest’anno”

0
78
zamparini elogia stellone

“Era una partita che attendevo moltissimo, quelle vicine alle vacanze portano via sempre un po’ di concentrazione, ma è andata molto bene. C’è soddisfazione nell’essere in cima al campionato, spero cambi invece la mancanza di pubblico”.

Con il 3-0 inflitto ieri sera alla Salernitana, il Palermo si laurea campione d’inverno in Serie B, un dato che fa felice il suo presidente, Maurizio Zamparini, sicuro che la squadra abbia tutto per vincere il torneo cadetto e ritrovare la massima serie.

“Quello che è di buon auspicio – dice il numero uno del club rosanero sul sito web del PALERMO – è la forza e la compattezza della squadra, oltre al grande staff tecnico formato da Tedino e dai suoi collaboratori, che va avanti sempre meglio: sono felice, questo vuol dire che per i prossimi 3-5 anni avremo uno staff grande livello, anche se spero di non essere più il presidente del Palermo e di riuscire a mollare già quest’anno”.

Ieri sera a sbloccare il risultato e’ stato Chochev: “E’ un giocatore che aumenta la qualità tecnica della squadra. Non è ancora al 100 per cento ma anche al 50 la differenza si vede. Tedino l’ha sempre detto e si vede la differenza tra lui, che è un intenditore di calcio, gli altri allenatori”.

La difesa del Palermo si sta rivelando granitica: “Eravamo sempre la gruviera dei campionati di Serie A per gol subiti, sono contento per la difesa e per il portiere (Posavec, ndr), che ha superato le critiche che lo denigravano. Sono contento di avere una squadra e convinto che arriveremo sino alla fine: speriamo di mantenere la mia previsione di luglio di +10 sulla seconda…”.

Con l’anno nuovo subito un test probante contro lo Spezia: “Sarà un inizio difficile, tutti ci aspettano in quanto primi. Lo Spezia ha fatto bene, ma la qualità tecnica della squadra e soprattutto dello staff ci permette di andare avanti sereni e tranquilli. Speriamo di battere il record di Iachini – conclude Zamparini – ma sarà molto difficile”.