Calcio Palermo, Tedino in vista della sfida con il Cittadella: “Gioca chi ha voglia di combattere, basta regali”

0
13
bruno tedino

“Abbiamo sette finali, dobbiamo usare poco il fioretto, molto la sciabola, la mentalità deve essere quella di una squadra che non deve ragalare niente”. Bruno Tedino carica i suoi in vista dell’importante trasferta di domani sera sul campo del Cittadella e dopo i due pareggi casalinghi contro Pescara e Cremonese.

“Contro il Pescara abbiamo fatto una brutta prestazione e siamo stati fortunati cogliendo un pareggio – ammette il tecnico sul sito ufficiale rosanero – contro la Cremonese invece siamo stati sciagurati perché dovevamo vincere e avevamo tutte le possibilità del mondo per chiuderla con situazioni favorevoli. In questo momento abbiamo bisogno di persone che vanno in campo per una battaglia in un ambiente particolare contro una squadra forte come il Cittadella, soprattutto dal punto di vista atletico”.

Il patron Zamparini non ha digerito bene gli ultimi risultati della squadra e sono piovute critiche: “Zamparini ha dei grandissimi meriti, nel momento in cui abbiamo avuto qualche battuta a vuoto e’ riuscito a ricompattare il tutto insieme a noi e credo sara’ cosi’ anche da qui alla fine, poi le decisioni non spettano a me, io cerco di lavorare forte, duro, di dare alla squadra quel qualcosa che può mancare sotto l’aspetto psicologico. Siamo tutti molto arrabbiati, lui e’ la proprietà e ha ragione di esserlo”.

Tedino si sofferma sulle scelte, anche in vista della prossima partita che dipendenranno anche dalle condizioni fisiche e dagli infortuni: “Contro la Cremonese poteva giocare anche Luca (Fiordilino, ndr), ma ho visto che loro rinviavano e giocavano sulla seconda palla. Bellusci? Purtroppo non e’ recuperabile ancora per un periodo e devo fare necessità virtù visto che abbiamo qualche problema dietro. Giocherà chi sta bene fisicamente e chi ha voglia di combattere. Il Cittadella è molto forte fisicamente è una squadra muscolare, abbiamo i mezzi per vincere e sarebbe come l’aspirina per il raffreddore. Facendo più punti degli altri andiamo sopra, serve energia e una spinta notevole per il nostro percorso. Aleesami? Ha fatto un tour de force importante per dargli una condizione che può trovare solo giocando. Abbiamo fatto di tutto per metterlo nelle condizioni di dare il 100%, Rolando invece sta facendo bene e può tornare a disposizione”. (ITALPRESS).