Caltanissetta: nel processo Borsellino quater acquisiti i verbali di Mutolo

0
96

Il tribunale di Caltanissetta, che celebra il dibattimento a carico di tre funzionari di polizia accusati del depistaggio delle indagini sulla strage di via D’Amelio, ha acquisito il verbale di interrogatorio reso dal pentito Gaspare Mutolo al cosiddetto processo Borsellino quater. Una scelta che ha evitato un nuovo esame del collaboratore di giustizia che sarebbe dovuto comparire oggi davanti al collegio.

Nel verbale, Mutolo raccontava di aver riferito al giudice Paolo Borsellino che sia l’ex pm Domenico Signorino, poi morto suicida, sia l’ex numero due del Sisde Bruno Contrada erano stati “avvicinati” da Cosa nostra.

Il pentito aveva anche sostenuto di aver affrontato col magistrato poi ucciso in via D’Amelio l’argomento della possibilità di una “dissociazione” da parte di alcuni mafiosi. Opzione su cui il magistrato aveva espresso forti critiche.

Al processo ha deposto anche il giornalista di Italia 1 Angelo Mangano che venne contattato dal falso pentito Vincenzo Scarantino che gli rivelò di aver subito pressioni dall’ex capo della Mobile La Barbera perché raccontasse una verità di comodo sull’eccidio. Mangano ha sostenuto che però il nome del poliziotto, nel servizio poi mandato in onda, non fu fatto. Il processo è stato rinviato al 5 aprile.(ANSA)