Camera di Commercio: Cga Sicilia sospende nomine commissari di sei enti

0
164

Nel limbo della burocrazia l’istituzione delle due grandi Camere di commercio in Sicilia. Il Consiglio di giustizia amministrativa per la Regione siciliana sospende il decreto del ministero dello Sviluppo economico con il quale sono stati nominati i commissari delle Camere di commercio di Catania, Ragusa, Siracusa, Caltanissetta, Agrigento e Trapani.

Una sospensione tecnica in attesa che si entri nel merito della vicenda il prossimo 6 aprile, quella stabilita dal collegio (presidente Rosanna De Nictolis) che ha accolto il ricorso presentato da Riccardo Galimberti, Giosuè Catania e Sebastiano Molino, rappresentati dall’avvocato Agatino Cariola. Viene evidenziato che il decreto del Mise “di nomina dei commissari non è stato preceduto da un provvedimento amministrativo di istituzione delle due nuove Camere di commercio”.

Il presidente del Cga evidenzia infine che c’è un “vulnus organizzativo in danno dell’interesse pubblico, perché la Camera di commercio Sud est Sicilia resta “adespota”: decadendo il suo organo collegiale e non potendo la stessa essere amministrata da due organi monocratici, possono determinarsi tra loro conflitti di competenza “fino a quando non vengano esattamente definite le circoscrizioni territoriali delle due nuove camere di commercio”.

I commissari, insomma, sono stati nominati senza rispettare l’ordine procedimentale per l’istituzione delle nuove Camere di commercio. Il ministero dello Sviluppo economico ha depositato sette documenti e il presidente del Cga ha stigmatizzato “la tecnica di deposito dei documenti mediante un mero elenco numerico senza indicazione dell’oggetto di ciascun documento, che costringe il giudice a un defatigante lavoro di apertura dei singoli documenti alla cieca con il rischio continuo di errore”. (Agi)