Canottaggio, Pisa: medaglia d’argento per Serena Lo Bue e Viviana Lacagnina

0
79
serena lo bue e viviana lacagnina a pisa

Canottaggio: buone notizie da Pisa per la Canottieri Palermo che con Serena Lo Bue e Viviana Lacagnina, alla presenza del tecnico nazionale Benedetto Vitale, ha conquistato la medaglia d’argento nel doppio pesi leggeri. Un ottimo inizio nella prima gara dell’anno per tutta la Sicilia che ha cominciato nel migliore dei modi la stagione.

Nella tradizionale e famosa Navicelli Rowing Marathon, che si è disputata domenica nella città della Torre pendente, quattro equipaggi siciliani sono saliti sul podio conquistando tre argenti e un bronzo. Tanti i piazzamenti tra i Master nelle gare valide per il Tricolore. La Gran Fondo nazionale sui 6.000 metri che a Pisa ha assegnato, sul canale toscano, i titoli italiani nelle categorie da Ragazzi a Senior nelle specialità del doppio e del quattro senza, oltre a contemplare nel suo programma il Meeting Nazionale Allievi e Cadetti, sempre in doppio e quattro senza, e il Tricolore Master in quattro di coppia e otto.  In gara 1.106 atleti, in rappresentanza di 89 società, comprese cinque selezioni regionali che hanno iscritto barche miste sotto l’egida del Comitato: Piemonte, Lombardia, Liguria, Toscana e Campania.

Per Serena Lo Bue e Viviana Lacagnina e per la Canottieri Palermo, che quest’anno festeggia i 90 anni di attività, si tratta di una conferma, infatti, il titolo di vice campionesse italiane era giunto anche nel 2016. Per la cronaca a vincere la gara Pe Fiamme Gialle, con Valentina Rodini e Lara Maule che conquistano il titolo italiano della specialità, terza piazza per SS Murcarolo (Margherita Cogorndeo, Maddalena Cantamessa) che hanno completato il podio.

I primi a salire sul podio sono stati i ragazzi del Telimar nel quattro senza Senior: Dario Cerasola, Mirko Cardella, Emanuele Gaetani Liseo e Ionut Vladut Brinza che hanno conquistato conquistare un secondo posto per nulla scontato, alle spalle dell’inarrivabile equipaggio delle Fiamme gialle, per tre quarti bronzo ai Giochi di Rio. I quattro palermitani hanno preso 41 secondi dai finanzieri, ma ne hanno dati quattro all’Elpis, equipaggio molto competitivo.

Nel quattro senza pesi leggeri il Peloro ha conquistato la medaglia: il messinese Giovanni Ficarra, l’augustano Sebastiano Galoforo e i due ottimi nuovi acquisti, i ternani Alessandro Brizi e Federico Poggioli, hanno fatto una buona prestazione, piazzandosi a quattro secondi dall’argento del Rowing Genovese e a 38 dai fortissimi avversari del Saturnia.

Medaglia d’argento per il Circolo Lauria con Giuseppe Urbano Tortorici e Francesco Armetta arrivati alle spalle delle Fiamme gialle con 18 secondi di distacco, ma che hanno messo dietro 44 equipaggi. Merito del grande lavoro fatto in questi mesi sotto l’occhio attento e le direttive del tecnico Luca Moncada.

Tra i Master, nel quattro di coppia Over 54, medaglia sfiorata per la Canottieri Palermo: solo 29 centesimi hanno tolto la soddisfazione del podio a Fausto Sanseverino, Marcello Vento, Dario Duca e Sergio Punzi.