Cappuccio (Cisl): “In Sicilia momento difficile e complicato per il lavoro”

0
21

Per il lavoro in Sicilia “è un momento molto complicato e difficile”. Lo dice il segretario della Cisl Sicilia, Sebastiano Cappuccio, nel corso di un forum all’Agenzia ITALPRESS. “Emerge una grande difficoltà del lavoro”, dice Cappuccio che propone un “patto per lo sviluppo” in cui tutti siano capaci di assumersi le proprie responsabilità. A partire dai sindacati.

Sviluppo che passa anche per le infrastrutture che “generano crescita, occupazione e investimenti” e sono necessarie per i collegamenti. “Il ponte di Messina – aggiunge – può collegare l’isola al resto dell’Europa” e la Cisl è pronta a organizzare una manifestazione per dire sì. Bisogna parlarne in modo serio – prosegue – non si può dire “prima facciamo l’altro” e poi non si fa né l’altro né il ponte”.

Termini Imerese e Blutec

“Si può fare di più sia da parte della Regione che da parte del governo nazionale”, ha detto Sebastiano Cappuccio, nel corso di un forum all’Agenzia ITALPRESS, a proposito della vicenda Blutec e del rilancio dello stabilimento di Termini Imerese.

“C’è stata la visita del ministro Di Maio – aggiunge – al quale abbiamo presentato alcune proposte, come allungare il tempo di fruizione della cassa integrazione. Poi bisogna capire se esiste, o se esisteva, un piano industriale di questa azienda. Senza tutto questo non si comprende da quale parte iniziare a ragionare. Il sindacato è disponibile al confronto, ma vorremmo che si facesse chiarezza”. E il prossimo tavolo di aprile al Mise: “vedremo se all’interno della discussione che si farà verrà tenuto conto anche della questione di Termini Imerese. Presidieremo quell’incontro proprio per questo”, ha spiegato Cappuccio.