Carolina Varchi (FdI) : “Il futuro è il sovranismo, ma occorre una nuova classe dirigente”

0
56

“Nessuno nega che il popolarismo sia stato decisivo, dopo la seconda guerra mondiale, per la costruzione dell’unità degli Stati europei ma, attualmente, i partiti dell’area popolare arretrano ovunque in termini di consensi perché non riescono a dare risposte serie e innovative ai grandi temi del nostro tempo: immigrazione, sicurezza, difesa dell’identità, sviluppo economico sostenibile”. Ad affermarlo è la parlamentare nazionale di Fratelli d’Italia Carolina Varchi che, in una riflessione pubblicata sul suo sito ufficiale, ha commentato gli esiti della convention tenutasi a Cefalù, che ha visto riunite le sigle centriste che si riconoscono nel Partito Popolare Europeo, orientate a creare un’unica lista dei popolari alternativa alle forze sovraniste.

Secondo Varchi, la carta vincente per la riscossa del centrodestra, sia in Italia che in Sicilia, non sarebbe quella indicata dai moderati, che vedono nel deputato nazionale Saverio Romano, probabile candidato nella lista di Forza Italia, il principale sostenitore della linea. “Si tratta – ha spiegato ancora la parlamentare – di ricette politiche appartenenti al passato, concepite per fermare l’emorragia di voti verso gli altri partiti del centrodestra, ovvero la Lega e FdI”.

“I popolari nostrani – ha inoltre chiarito – non comprendono ancora che il futuro del centrodestra in Italia, e non solo, è affidato al sovranismo, che rappresenta la possibilità di rifondare l’Europa sui principi della difesa degli interessi dei popoli e non delle élite finanziarie e, dunque, non una minaccia all’unità come erroneamente è stato descritto”.