Carini: salsiccia sul barbecue in casa la notte di capodanno, intera famiglia in ospedale

Il vento non permetteva di cucinare all'aperto e quindi hanno deciso di proseguire la cottura nell'abitazione, in sei sono finiti intossicati dal monossido carbonio in camera iperbarica

0
347

Hanno pensato bene di arrostire la salsiccia in casa la notte di Capodanno: fuori c’era vento e così hanno preso il barbecue e lo hanno portato all’interno dell’abitazione. Una famiglia di Carini, nel Palermitano, ha rischiato di morire per intossicazione da monossido di carbonio. A salvarli i medici e i sanitari dell’ospedale Civico di Partinico.

Le ambulanze del 118 hanno trasportato il padre, la madre, tre figli e il genero al pronto soccorso. I due genitori, di 50 e 40 anni, e i giovani di età compresa tra i 20 ed i 25 anni, sono stati ricoverati ma non sono in pericolo di vita. Devono la loro salvezza alla tempestività dell’intervento e al trattamento in camera iperbarica.

“Abbiamo evitato una tragedia – spiega Vincenzo Provenzano, dirigente medico dell’ospedale di Partinico – è stata strappata alla morte grazie al tempestivo intervento dei medici del pronto soccorso e della camera iperbarica. Le condizioni non sono adesso preoccupanti, nelle prossime ore, sia i due adulti che i ragazzi potranno essere dimessi”. (ANSA)