Caso Diciotti, la tesi dei magistrati di Palermo smentisce il Tribunale dei ministri

0
69
caso diciotti

Caso Diciotti, secondo Salvini la tesi del Tribunale di Palermo è diametralmente opposta a quella del Tribunale dei ministri di Catania.

In uno dei passaggi della memoria difensiva del vicepremier e titolare del Viminale, depositato alla giunta per le elezioni, si legge: “Il Tribunale di Palermo ha espressamente smentito la tesi di Catania, secondo cui lo Stato di primo contatto sarebbe stato l’Italia. Tesi peraltro contrastante anche con le risultanze istruttorie, da cui emerge che Malta aveva negato l’intervento assumendo che il barcone non era in difficoltà e che l’operazione della Guardia costiera ‘fosse stata una interferenza alla loro sovranità'”.

Matteo Salvini riporta tutti i passaggi della vicenda sottolineando che due imbarcazioni maltesi hanno indotto “il barcone a deviare la rotta in direzione di Lampedusa”. Nella memoria depositata dal ministro dell’Interno vengono inserite anche le dichiarazioni rilasciate da uno dei presenti sul barcone, Fiseha Epher, il quale ha dichiarato che “i maltesi hanno aggiunto che noi avevano sbagliato dove andare”.

Salvini nella memoria sottolinea le osservazioni del Tribunale di Palermo secondo il quale “le autorità maltesi si sono ostinatamente rifiutate di indicare il POS più volte richiesto violando la normativa internazionale.