Caso Montante, Carmelo Turco: “Chiarirò la mia posizione con i giudici”

0
106
carmelo turco

Carmelo Turco pronto a chiarire la sua posizione con i magistrati. L’imprenditore di Gela coinvolto nell’indagine che ha portato all’arresto di Montante e di esponenti delle forze dell’ordine, si dice “sereno”.

Turco è tra le persone indagate con l’accusa tra l’altro di finanziamento illecito ai partiti. Riguardo al presunto favoritismo ricevuto dalla guardia di Finanza in occasione di accertamenti fiscali l’imprenditore ha precisato in una nota che “quell’accertamento fiscale, effettuato alla mia impresa dalla guardia di Finanza, ha comportato contestazioni di violazioni e conseguenti sanzioni per un ammontare di circa mezzo milione di euro. Ovviamente quell’atto è stato impugnato ed il relativo contenzioso è ancora in corso. Il dato è così eloquente che si commenta da se’ circa il corretto operato di tutti i soggetti interessati”.

Anche sui presunti finanziamenti all’ex governatore Crocetta Turco si dice “pronto a dimostrare che non ha dato mai soldi in nero. Ed anche riguardo alla mia posizione di privilegio in Eni risulta assolutamente poco attinente alla realtà, atteso che la Turco Costruzioni è impresa che opera dentro l’Eni da 50 anni. Tutte cose che spiegherò al magistrato quando sarò chiamato a comparire”.