Caso Montante: istruttoria chiusa, dal 9 aprile la requisitoria dei pm di Caltanissetta

0
63
antonello montante

Con l’esame di altri tre testi e l’ammissione di documenti, si è chiusa l’istruttoria del processo, che si celebra con il rito abbreviato a Caltanissetta, nei confronti dell’ex presidente di Confindustria Sicilia Antonello Montante e di altri cinque imputati.

Sono stati chiamati a testimoniare il capo della Squadra mobile nissena Marzia Giustolisi che ha indagato sul “sistema Montante”, il questore di Palermo Renato Cortese e Raffaele Grassi, al tempo al vertice dello Sco.

A partire dalla prossima udienza, fissata per il 9 aprile, inizierà la requisitoria dei Pm che si protrarrà per sei udienze. La posizione di Montante verrà affrontata il 18 e 23 aprile. Poi la parola passerà alle parti civili e al collegio difensivo. Salvo legittimi impedimenti, il processo dovrebbe concludersi il 10 maggio.

Nel corso del dibattimento, su richiesta del Gup Graziella Luparello, si è svolto anche l’esame di Alfonso Cicero, ex presidente dell’Irsap Sicilia (l’Istituto regionale per lo sviluppo delle attività produttive), assistito dall’avvocato Annalisa Petitto.

Gli imputati sono accusati, a vario titolo, di associazione a delinquere finalizzata alla corruzione, alla rivelazione di notizie coperte dal segreto d’ufficio, al favoreggiamento. Secondo la Procura nissena, Montante, per anni ritenuto paladino dell’antimafia, avrebbe fatto parte di una vera e propria rete di spionaggio con lo scopo di avere notizie sulle indagini che la magistratura conduceva a suo carico. (ANSA)