Caso sorelle Napoli: il sindaco di Mezzojuso querela Giletti, udienza rinviata al 2 aprile

0
101

E’ stata rinviata al 2 aprile l’udienza davanti al gup di Termini Imerese che deve decidere sulla querela per diffamazione presentata dal sindaco di Mezzojuso, Salvatore Giardina, autorizzato dal Consiglio comunale, nei confronti dell’editore de La7, del conduttore di “Non è l’Arena” Massimo Giletti e dell’ex opinionista della trasmissione Klaus Davi. La procura ha chiesto il rinvio giudizio per gli indagati.

Sindaco e consiglio comunale si ritengono diffamati dalla trasmissione che per un anno ha dedicato uno spazio alla vicenda delle tre sorelle Napoli, proprietarie di un’azienda agricola con oltre 70 ettari di terreno tra Corleone e Mezzojuso dove coltivano cereali e foraggio. Nell’udienza preliminare di oggi, davanti al gup Stefania Gallì, è stata ammessa la costituzione di parte civile del comune di Mezzojuso nella persona del sindaco Giardina.

Presenti in aula il sindaco di Mezzojuso Salvatore Giardina, rappresentato e difeso dall’avvocato Carmela Re; i legali di Klaus Davi, pseudonimo di Sergio Klaus Mariotti che non era presente ed aveva richiesto un rinvio che non è stato accolto. Ed ancora, il legale di Giletti e di Andrea Salerno. La Procura della Repubblica era rappresentata dal sostituto procuratore Paolo Napolitano.

All’inizio dell’udienza è stato sollevato un difetto di procedibilità da parte degli imputati ed altre eccezioni tutte respinte. Ammessa, invece, la costituzione di parte civile del comune di Mezzojuso nella persona del sindaco pro tempore, Salvatore Giardina.  “Sono contento per Mezzojuso, per la mia città. Abbiamo piena fiducia nelle istituzioni – afferma Salvatore Giardina – e nella giustizia ed attendiamo con spirito positivo il 2 aprile”.